• Home
  • WEEKEND
  • CULTURA
  • Continuano alla Biblioteca La Vigna gli incontri promossi da Convivio Italia

Continuano alla Biblioteca La Vigna gli incontri promossi da Convivio Italia

Giuseppe Roi e Fausto Maculan

Continuano gli incontri culturali, promossi da Convivio Italia, presso la  Biblioteca “La Vigna”, sotto la regia di Michelangelo Muraro e Marco Zamboni. Recentemente ci sono stati due appuntamenti particolarmente interessanti.

Il primo era incentrato sulla figura del marchese Giuseppe Roi che ha rappresentato con vivacità intellettuale la società vicentina. Umanista e generoso verso la città, interprete di una cultura raffinata, salottiera ma, nello stesso tempo, attento osservatore delle nuove correnti artistiche. Fondamentali i tratti del personaggio, descritti nei loro interventi dai due relatori Cesare Galla e Giandomenico Cortese: una figura, quella del marchese, che si è sempre distinta per sensibilità, elevato senso estetico, spirito di accoglienza, generosità nelle relazioni sociali, profonda cultura nelle arti e nella musica e notevole spirito di iniziativa verso la  sua personale promozione a livello locale e internazionale. Roi è stato presidente dell’Ente Provinciale per il Turismo di Vicenza dal 1956 al ’73 e dell’Ente per le Ville Venete dal 1960 al ’70. Presidente dal 1961 della Delegazione di Vicenza dell’Accademia Italiana della Cucina e della sezione cittadina di Italia Nostra (dal 1965 al 1969) e della Società del Quartetto. A coronamento di una vita dedicata alla cultura e all’arte, nel 1988, il marchese ha creato la Fondazione Giuseppe Roi allo scopo di favorire il Museo Civico di Vicenza nel perseguire le proprie finalità: finanziamento per allestimenti di mostre, acquisto e restauro di opere d’arte.
Il secondo appuntamento ha visto come protagonista la figura dell’imprenditore Fausto Maculan, vignaiolo di Breganze che, con vivace intelligenza, dopo aver frequentato in gioventù la Scuola Enologica di Conegliano, ha saputo affrontare la scienza dell’enologia con caparbietà ed innovazione. Oggi è la figura trainante di tutto il territorio breganzese nel mondo. Persona che negli anni ha saputo confrontarsi ed ispirarsi ai successi di altre realtà nazionali ed internazionali, facendo di tutto ciò una scuola di vita. L’incontro è terminato dopo una brillante esposizione sulle tecniche produttive e sul marketing del settore.