Striscia biancorossa. Il progetto va avanti

Se nemmeno nella sconfitta (2-0) sul campo della “corazzata” Cagliari il Vicenza aveva sfigurato, il primo successo stagionale giunto al Menti contro l’Ascoli (3-0) ha ribadito che la squadra c’è, ed è in grado di dire la sua in un campionato, quello di Serie B, che a ogni giornata si dimostra tanto combattuto quanto imprevedibile.

Gran parte del merito va ancora una volta a mister Marino che, complici i numerosissimi infortuni di questa prima parte della stagione, ha dovuto schierare formazioni sempre diverse riuscendo però a non snaturare la capacità di far gioco dei suoi ragazzi. E questo, non va dimenticato, pur senza avere a disposizione un vero e proprio regista a centrocampo, perciò ruotando vari interpreti – Urso, Sbrissa, Vita, Gagliardini, Modic – a fianco dell’insostituibile Cinelli: tutti elementi promettenti, certo, ma accomunati dalla giovane età e quindi da gestire con saggezza, aiutandoli ad acquisire la necessaria esperienza. In difesa, le pesanti assenze di Brighenti e Manfredini paiono essere state assorbite senza eccessive difficoltà, in attacco Raicevic è la sorpresa di questi mesi, e insomma il progetto va avanti, ispirando fiducia nei tifosi. Il prossimo impegno, sabato 14, è quello sul campo sempre insidioso del Livorno, ed è quasi scontato ricordare che nemmeno in trasferita il Vicenza perde la sua vivacità, come del resto dimostrano gli importanti successi esterni colti finora. Sarà utile tenerlo a mente anche quando si riaffaccerà la Coppa Italia: per la precisione il 2 dicembre, con i biancorossi impegnati a sfidare il Carpi.