Gli artigiani di Bolzano Vicentino vicini alla cultura

Dal punto di vista culturale si è creato un forte collegamento tra il Comune di Bolzano Vicentino e la città capoluogo; il punto di contatto è il pittore bolognese Ubaldo Oppi le cui opere sono in mostra attualmente dal 6 dicembre 2019 al 13 aprile 2020 nell’esposizione dal titolo “Ritratto di donna. Il sogno degli anni Venti e lo sguardo di Ubaldo Oppi”, rassegna che apre il ciclo di grandi mostre in Basilica Palladiana a Vicenza.
A Bolzano Vicentino però esiste un tesoro artistico notevolissimo: i tredici disegni eseguiti su carta di grande formato in preparazione agli affreschi della vicina Chiesa Arcipretale di Santa Maria, un patrimonio di proprietà dell’Amministrazione Comunale che ha voluto valorizzare facendolo conoscere e condividendolo con il grande pubblico e la comunità locale.
Il pittore bolognese, protagonista assoluto della vita culturale degli anni Venti, ha lasciato un segno a Bolzano Vicentino soggiornandovi per tre anni dal 1933, caratterizzati dal suo ingresso definitivo nell’arte sacra con la realizzazione del complesso degli affreschi della Chiesa Arcipretale di Bolzano Vicentino, che rappresenta un gioiello d’arte, in quanto è l’unico ciclo completo di decorazione murale eseguita da Ubaldo Oppi.
La capacità dell’amministrazione, attraverso il vicesindaco Giovanni Calgaro, è stata quella di coinvolgere la comunità locale e soprattutto le imprese a partecipare al progetto di valorizzazione delle opere; il Mandamento di Vicenza di Confartigianato ha risposto con entusiasmo all’appello per tramite il delegato comunale Erminio Zamberlan e il presidente Maurizio Facco, che hanno concesso fin da subito il patrocinio convinti che anche la realtà imprenditoriale possa sostenere la cultura quale ricchezza di un patrimonio comune a tutti.
La numerosa partecipazione all’inaugurazione del 7 dicembre scorso della Galleria Municipale, con un allestimento speciale al quale hanno contribuito anche delle imprese artigiane, la dice lunga sulla vicinanza e mecenatismo del sistema produttivo locale che potrà permanentemente ammirare i tredici bozzetti, alcuni di due metri e quaranta per due metri e venti, che adesso impreziosiscono le pareti del salone del municipio.
Una visita a Bolzano Vicentino è quindi quanto mai opportuna facile in quanto i disegni del percorso espositivo “Il segno del sacro” sono visibili stabilmente nella sede Comunale mentre per gli affreschi sarà sufficiente rispettare gli orari di accesso alla Chiesa Arcipretale dal lunedì al sabato 10-12 giovedì, sabato e domenica 15-18.