2018 – Confartigianato partecipa al progetto Chernobyl per l’accoglienza dei bambini

Come negli anni precedenti, anche nel 2018 il Mandamento di Arzignano – Montecchio Maggiore di Confartigianato ha contribuito al progetto di accoglienza di 50 bambini, tra i 7 ed i 9 anni, provenienti dalle aree interessate dal disastro nucleare di Chernobyl. Questi sono stati ospiti di famiglie della Valle del Chiampo nel mese di settembre, avendo così la possibilità di trascorrere un periodo in un ambiente più salubre. Va infatti ricordato che, a 32 anni da quel 26 aprile 1986, cinque milioni di persone vivono in aree ancora altamente contaminate dalle radiazioni, che continuano a essere elevate.
Quella dell’accoglienza è una tradizione iniziata nel 1994, che vede tuttora una cordata di solidarietà cui partecipano le famiglie ospitanti, gli attori economici che credono nel progetto (tra cui Marelli Motori con la propria mensa, il Kartodromo Città della Speranza di Arzignano tramite la fornitura di materiale scolastico) e alcuni cittadini particolarmente sensibili.