Archivio Autore

Fatturazione Elettronica: negli otto incontri di Confartigianato presenti 1500 imprenditori

Per far fronte alle adesioni sono stati necessari tre appuntamenti in più (a Vicenza, Bassano e Thiene) e così alla fine sono stati più di 1500 gli imprenditori che hanno partecipato agli otto incontri proposti da Confartigianato Vicenza sulla Fatturazione Elettronica. “I numeri ci dicono che gli imprenditori artigiani hanno alta l’attenzione sul tema e che sono pronti a cogliere le opportunità, di accompagnamento e sostegno in questo passaggio, che possiamo loro offrire”. Così Agostino Bonomo, presidente di Confartigianato Vicenza, commenta il calendario di appuntamenti appena conclusosi e durante il quale sono stati illustrati tanto il quadro normativo di riferimento della Fatturazione Elettronica, quanto le soluzioni, sia in termini di consulenze e che di strumenti informatici, messe a disposizione per le imprese associate. Dal canto loro gli imprenditori hanno colto l’occasione degli incontri per esprimere dubbi e perplessità legate all’impatto tecnico della Fatturazione Elettronica (quali tipi di procedure pratiche deve mettere in atto l’azienda), al flusso amministrativo dei documenti (come fare con i clienti sforniti della PEC) e a come procedere praticamente con gli acquisti di carburanti.

Regolamento UE sulla Privacy: dal 20 giugno Confartigianato propone quattro incontri sul territorio per far chiarezza

Con l’entrata in vigore del Regolamento Ue Privacy detto GDPR (General Data Protection Regulation) Regolamento Generale sulla Protezione dei dati, si stabiliscono nuove modalità per offrire maggiori tutele nel trattamento dei dati personali. La novità riguarda tutte le imprese e va intesa come un’opportunità di garanzia, anche se si è ancora in attesa dell’adozione di un decreto legislativo necessario per eliminare conflitti con altre norme da applicare e che non lasci spazi a dubbi interpretativi. In particolare questo decreto è importante perché deve chiarire e coordinare gli obblighi per le imprese, semplificare gli adempimenti a misura di micro e piccole imprese secondo il principio europeo ‘Pensare innanzitutto al piccolo’, sospendere per sei mesi le pesanti sanzioni a carico degli imprenditori, queste sono state le richieste di Confartigianato.

Confartigianato propone agli enti pubblici e sociali un protocollo d’intesa per dar vita ad un sistema di Welfare territoriale di comunità

Quante sono le aziende che hanno già avviato un percorso di welfare? Quante quelle disposte a farlo se adeguatamente supportate? E che tipo di “servizi” andrebbero potenziati sul territorio per offrire un welfare adeguato alle imprese artigiane e con ricadute sulla comunità?
Confartigianato Vicenza è partita da queste domande, e dalle evidenze di una ricerca condotta ad hoc da Luca Romano di Lan Servizi, per studiare adeguati strumenti di welfare giungendo all’idea di un Welfare Territoriale di Comunità che coinvolga, attraverso un protocollo d’intesa, anche gli enti pubblici e soggetti sociali.

Welfare aziendale: lo stato dell’arte e le prospettive nelle pmi

Per verificare lo stato di applicazione e, soprattutto, l’aspettativa in termini di welfare aziendale, Confartigianato Vicenza ha promosso una ricerca (condotta da Luca Romano di Lan Servizi) sulle piccole imprese artigiane e industriali in Provincia di Vicenza. Il campione intervistato è stato di 1.000 imprese con distribuzione ponderata sia di tipo territoriale che settoriale. Di seguito alcune evidenze emerse.

Edifici nZEB e Passivhaus: lunedì 18 un incontro proposto dal Cesar con l’architetto Claudio Pellanda

Presente e futuro del Sistema Casa. Se ne parla lunedì 18 giugno dalle 20.30, al Centro Congressi di via Fermi, in un incontro con Claudio Pellanda, già docente in Tecnologia dell’Architettura all’Università IUAV di Venezia ed esperto di edifici passivi e di sistemi costruttivi innovativi. L’appuntamento, organizzato da Cesar, approfondisce uno dei temi di Aedifica, la due giorni organizzata da Confartigianato, che si è svolta a fine marzo, e tutta dedicata all’innovazione nel settore delle Costruzioni.

Contributo della Camera di Commercio per le aziende che presentano percorsi di Alternanza Scuola Lavoro (ASL)

Due finestre: l’una fino al 27 luglio poi dal 20 agosto al 26 ottobre. Da Confartigianato un servizio di consulenza nella co-progettazione

Terza edizione del bando camerale per i contributi alle imprese vicentine che accolgono studenti per i percorsi di Alternanza Scuola Lavoro (ASL). Nel bilancio di previsione del 2018 la CCIAA, infatti, ha previsto uno stanziamento di 300mila euro al quale le imprese potranno accedere, per la prima volta fino a esaurimento, grazie a due finestre fortemente volute e sostenute da Confartigianato Vicenza. La prima è già aperta e chiude il 27 luglio; la seconda va dal 20 agosto al 26 ottobre.