“ViArtour”: da Confartigianato la proposta di itinerari parte dal Ponte di Bassano. Primi appuntamenti dal 5 giugno

Alla scoperta delle botteghe artigianali, delle bontà enogastronomiche, delle bellezze naturali e delle curiosità culturali della provincia

29 maggio 2021

Con gli itinerari a giugno nel bassanese prende il via il calendario degli appuntamenti di ViArtour nuovo progetto di promozione turistica di Confartigianato Imprese Vicenza, che propone esperienze insolite di visita nel territorio vicentino a contatto con gli artigiani e le loro produzioni. Proprio l’artigianato, infatti, quello caratteristico e identitario di una zona, è uno dei motivi di forte attrattiva per il turista che ama vivere esperienze uniche e inedite.

Con questo obiettivo è nato ViArtour, un “contenitore” di offerte turistiche in grado di offrire al visitatore esperienze alternative, legate ai saperi e sapori dell’artigianato.
ViArtour è parte integrante del progetto ViArt, storico marchio di promozione dell’artigianato vicentino e vetrina di qualità (www.viart.it), di tante botteghe caratteristiche, con i loro prodotti, la loro creatività, la loro storia. Se da un lato l’attività di ViArt si distingue per eventi, esposizioni, bookshop, intrattenimenti unici realizzati in contesti artistico-culturali particolari, occasione di conoscenza delle varie eccellenze artistiche e artigiane, ViArtour intente offrire nuove proposte in chiave di vera e propria “esperienza turistica”, anche personalizzate, legate alle produzioni e all’enogastronomia locali, così come alla conoscenza del loro territorio. Da qui la sinergia con enti pubblici e privati, tra cui Comuni, Pro loco e associazioni locali, con l’obiettivo di arrivare a una gestione integrata delle iniziative e di diffondere ulteriormente la conoscenza del patrimonio artigianale presente nel Vicentino.
Tre i filoni tematici proposti da ViArtour. Il primo sono i Percorsi Artigiani, ovvero itinerari di visita nelle varie aree del territorio vicentino col proposito di portare il turista a visitare le botteghe, incontrare gli artigiani, gustarne le produzioni tipiche. Il secondo sono le Esperienze di Gusto: appuntamenti con le produzioni alimentari locali che si traducono, ad esempio, in eventi presso distillerie o birrerie, oppure corsi per imparare a utilizzare le tipicità vicentine. Il terzo ambito, quello degli Incontri con l’Arte: veri e propri workshop con gli artigiani del settore artistico, per scoprire la manualità e creatività delle creazioni artistiche.
E proprio da Bassano, in collaborazione con il Comune, si apre a giugno il calendario delle proposte di ViArtour con due “Percorsi artigiani” dedicati al Ponte Vecchio .
“Pensiamo che la proposta possa incontrare l’interesse di molti unendo la voglia di stare all’aperto e la scoperta di luoghi suggestivi del nostro territorio – commenta Sandro Venzo, presidente del Mandamento Confartigianato di Bassano del Grappa-. I percorsi sono stati studiati, per offrire uno sguardo inedito anche in chiave di interesse turistico tenendo come punto di partenza il Ponte, simbolo della città. Con questa iniziativa si mira alla valorizzazione del territorio in tutte le sue sfaccettature, ricordo infatti che Confartigianato è anche presente con prodotti di artigianato locale all’interno del book shop del Museo bassanese, un altro modo per promuovere le nostre eccellenze”.
“La restituzione del Ponte alla città rappresenta idealmente per Bassano e per il territorio un momento di ripartenza – dichiara Elena Pavan, Sindaco di Bassano – . Conclusi i vari interventi, fin dai primi giorni la gioia di riappropriarsi del nostro simbolo cittadino è stata grande e il calendario degli appuntamenti studiato per i prossimi mesi ci permetterà di tornare a vivere pienamente la nostra città. Confartigianato ha voluto ancora una volta essere al nostro fianco, con la proposta di itinerari cittadini che vedono il Ponte in primo piano e permettono di fare conoscere luoghi e realtà artigianali cittadini di grande rilevanza”.
Il 5 e 19 giugno l’appuntamento è con “Da Ponte Vecchio a Hemingway, nei luoghi che lo resero celebre a Bassano del Grappa”. L’itinerario parte dal Ponte Vecchio per arrivare a Ca’ Erizzo, sede del Museo Hemingway, quindi alla ditta Elmo & Montegrappa, che da oltre un secolo realizza penne di altissima qualità la cui produzione, fino a concludersi al Museo della Grappa Poli. Sabato 12 e sabato 26, invece viene proposto il percorso “Il Ponte di Bassano, una lunga storia d’amore”. Dal Ponte Vecchio si risale verso le piazze passando per il negozio della storica Cartiera Tassotti, quindi si prosegue per Piazzotto Montevecchio, si entra in Piazza della Libertà, per arrivare a Piazza Garibaldi, cuore storico e vivo della città. Qui si affaccia la Chiesa di San Francesco e, passando per il chiostro, si entra al Museo Civico per raccontare le origini di Bassano e del suo Ponte Vecchio, e scoprire le eccellenze artigiane del territorio esposte al bookshop.
Entrambi i tour si svolgono a piedi con inizio alle ore 16.00 per concludersi alle ore 18.30. Punto di ritrovo davanti al Museo della Grappa Poli (via Gamba 6). Tutte le informazioni e le modalità di prenotazioni per questi e per i prossimi tour si trovano nel sito www.viart.it.