“La sostenibilità nelle filiere agroalimentari”: il punto di vista degli artigiani in un workshop

Confartigianato Vicenza impegnata sul fronte della sostenibilità

22 settembre 2021 – di Valentina Saccarola

Nell’ambito della “Settimana della Sostenibilità, un’Agenda per la responsabilità sociale d’impresa”, in collaborazione con la Regione Veneto, è stata organizzato a Villa Godi Malinverni un workshop sulla sostenibilità nelle filiere agroalimentari, con specifica attenzione alle produzioni alimentare artigiane.
Particolarmente significativi e istruttivi gli interventi di titolari di alcune aziende artigiane del nostro territorio, che hanno raccontato la loro esperienza concreta di “sostenibilità”

Andrea Filippi: “È una questione di rispetto per le persone e per il pianeta”
Andrea Filippi della Pasticcieria Flippi ha descritto la sua esperienza personale che lo ha portato nel 2017 a far riconoscere Pasticceria Filippi come una delle prime aziende benefit (B-Corp) d’Italia. Una B-Corp sceglie volontariamente e formalmente di produrre contemporaneamente benefici di carattere sociale e ambientale e non solo risultati economici.

Andrea Gnata: “La sapienza e la tradizione contadina obbligavano a non buttare mai niente”
Andrea Gnata del Panificio Rizzato ha rievocato la storia dei suoi genitori che iniziarono più di quarant’anni fa un’attività di produzione di pane con forno a legna. Gabriella e Corrado non erano fornai; per imparare a fare il pane andavano a chiedere consigli e aiuto ai contadini della zona, decidendo poi (tra i primi in Italia) di chiedere la certificazione biologica per il proprio panificio.

Sabrina Gasparini: “I miei genitori ci hanno insegnato a non sprecare, in 50 anni di attività non abbiamo mai buttato neanche un pezzo di pane”
Sabrina Gasparini della Panetteria Gasparini, gestisce, oltre al grande laboratorio di Piovene, ben 7 punti vendita, insieme alle sorelle Giovanna e Elena e ai genitori (“loro ci controllano!”). Sabrina Gasparini ha raccontato come il bravo signore, che il sabato veniva nel loro negozio a prendere il pane e i prodotti avanzati della settimana, ora sia stato sostituito da moderne app che permettono di sfruttare il web per non sprecare il cibo.

Christian Sassaro: “Nel 2020 abbiamo recuperato 1.700 tonnellate di prodotti alimentari per donarli a chi ne ha bisogno”
Christian Sassaro della ODV “Da Spreco a risorsa” ha evidenziato quanto le aziende che donano possano avere notevoli vantaggi di tipo economico, sia fiscali che di abbattimento di costi di smaltimento. Per non parlare delle opportunità di comunicare al pubblico e ai consumatori queste iniziative, evidenziando la sensibilità sociale e ambientale dell’azienda.