Pellizzari (ANAP Confartigianato) su RSA e case di riposo

“Bene le misure del Governo, ma occorre intensificare i controlli”

20 novembre 2020

“Spiace constatare che anche in questa seconda ondata della pandemia, le RSA e le Case di Riposo continuano ad essere tra i focolai più preoccupanti di contagio”.

“Gli ospiti che si trovano in condizione di particolare vulnerabilità fisica, non solo per l’età ma anche per la sussistenza di patologie pregresse, sono le persone più a rischio. Bene quindi le misure prese dal Governo per contenere la pandemia in queste strutture ma evidentemente non basta: serve una maggior controllo”. Così Severino Pellizzari, presidente di ANAP (Pensionati Artigiani) di Vicenza commenta la notizia delle ispezioni effettuate dai NAS, su richiesta del Ministro della Salute, che hanno rilevato come in ben 37 strutture in Italia siano state riscontrate irregolarità.
“Non è pensabile – aggiunge Pellizzari- che vi siano delle persone che, pur avendo responsabilità gestionali di strutture tanto importanti, ancora non si rendano conto del pericolo che corrono gli anziani e non prendano tutte le misure adeguate e necessarie per tutelarli come si dovrebbe e come meritano. Speriamo che arrivi presto il vaccino e che questo sia distribuito prioritariamente, oltre che agli operatori sanitari ed alle forze dell’ordine, anche agli anziani che si trovano nelle RSA e nelle Case di Riposo. In attesa è auspicabile che il Ministro della Salute intensifichi, attraverso i NAS, le verifiche”.