Anche il Mandamento Confartigianato di Marostica all’incontro sul Museo degli Scacchi

Sarà il primo in Italia, ospitato nel Trecentesco Castello Inferiore

10 maggio 2022
di Davide Anastrelli

Era presente anche il Mandamento Confartigianato di Marostica all’incontro di venerdì 6 maggio, nella Sala Consiliare nel Castello Inferiore di Marostica, alla conferenza stampa indetta dall’Amministrazione comunale per presentare un importante progetto culturale che avrà rilevanza a livello nazionale.

Oltre al sindaco Matteo Mozzo e all’Assessore Ylenia Bianchin, erano presenti l’on. Silvia Covolo, l’on. Germano Racchella e, per la Regione Veneto, il presidente del Consiglio Regionale, Roberto Ciambetti.

AL CASTELLO INFERIORE

Sarà proprio Marostica, all’interno delle splendide sale del Trecentesco Castello Inferiore voluto da Cangrande della Scala nel 1312, ad avere la sede del primo Museo nazionale degli scacchi grazie alla donazione di un collezionista privato e grande appassionato di scacchi, Giovanni Longo, che vanta una tra le più ricche collezioni che si possano trovare in Italia.

UN GRANDE IMPATTO TURISTICO

Il Sindaco e l’Assessore Bianchin nel presentare il progetto, assieme all’associazione Pro Marostica, hanno ribadito il grande impatto del progetto per rilanciare la città di Marostica non solo a livello locale ma soprattutto regionale e nazionale. Sono già stati stanziati fondi per la realizzazione dello spazio espositivo e per acquisire nuove opere; l’inaugurazione del Museo è prevista per la primavera del 2023, data che coincide con il centenario della prima partita a scacchi.