Marostica si prepara a (ri)vivere la Partita a Scacchi a personaggi viventi

Dopo quattro anni di assenza si avvicina l’edizione 2022, in programma dal 9 all’11 settembre

24 maggio 2022

È stata presentata martedì 24 maggio, con una conferenza stampa nella Sala Consiliare del Castello Inferiore di Marostica, l’edizione 2022 della Partita a Scacchi a personaggi viventi, che torna dopo quattro anni di assenza a causa della pandemia. Era presente anche il Mandamento Confartigianato di Marostica, con il segretario Davide Anastrelli.

Dopo i saluti iniziali, la parola al sindaco della città, Matteo Mozzo: “Finalmente la partita a scacchi si farà – ha detto con entusiasmo – dopo un lungo periodo di pandemia. È un evento atteso da tutti; siamo pronti a vivere uno straordinario cartellone di cultura, storia, tradizione, che tutto il mondo ci invidia”.

“Ringrazio tutti – ha esordito Simone Bucco, presidente della Pro Marostica -. Dopo 4 anni di assenza torniamo in Piazza. Ringrazio l’amministrazione Mozzo per il supporto e per averci regalato un magazzino che servirà a contenere l’enorme quantità di materiale necessario per la realizzazione dell’evento. Finalmente possiamo esplorare il patrimonio della Partita a Scacchi come avevamo immaginato, con un prologo di incontri, conferenze, spettacoli, mostre, oltre che mettere in scena uno spettacolo senza precedenti”.

Il presidente ha voluto ringraziare per il contributo i main sponsor come Banca BCC Verona e Vicenza, che era presente con il direttore generale Leopoldo Pilati, e il calzaturificio Stephen. Altro main sponsor importante per la manifestazione è Vimar, che era rappresentata da Francesco Caldana. La lunga lista dei ringraziamenti della Pro Marostica è poi proseguita con l’assessore Ylenia Bianchin, per il lavoro fatto e per essere riuscita a ottenere il patrocinio della Comunità Europea, della Regione Veneto e della Provincia di Vicenza.

Infine, ha voluto ringraziare anche le associazioni di categoria presenti, Confartigianato e Confcommercio.

“La partita a scacchi in primis è della città di Marostica – ha detto l’assessore al turismo della città, Ylenia Bianchin -. Il ringraziamento più grande lo dobbiamo fare ai volontari e quindi alla Pro Marostica. Siamo emozionati di tornare alla promozione del nostro evento più famoso; la Partita è un richiamo per tutto il mondo e la città è pronta ad accogliere gli spettatori con servizi sempre più mirati e offerte esperienziali, oltre lo spettacolo”.

“Sarà una edizione emozionante – ha aggiunto il regista Maurizio Panici -. Il mio obiettivo è renderla il più fruibile possibile. Quest’anno restituiremo una partita anche romantica; prevediamo tra le 16 e le 20mila presenze, nell’arco di cinque appuntamenti”.

A chiusura dell’incontro il sindaco Mozzo ha concluso ringraziando una volta tutti, nella speranza che i giovani si avvicinino nuovamente al mondo del volontariato e alle tradizioni”.