Giornata mondiale senza tabacco (31 maggio)

Lega Tumori e ANAP Confartigianato uniscono le forze per combattere la dipendenza da fumo

28 maggio 2021

Il fumo è la seconda causa di morte nel mondo con otto milioni di vittime l’anno. In Italia, cresce il consumo di sigarette tra le donne (4,5 milioni sono le fumatrici) e le ragazze. E così dal 1988 ogni 31 maggio ricorre la Giornata Mondiale Senza Tabacco, indetta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Lo slogan di quest’anno è “Impegnati a smettere”.

“Non fumare; se fumi, smetti. Se non riesci a smettere, non fumare in presenza di non fumatori”, è il primo punto del Codice Europeo contro il Cancro. A sostegno dell’iniziativa aderiscono LILT e ANAP Vicenza con l’intento di proteggere le persone dall’esposizione al fumo, informarle sui rischi per la salute e aiutare a smettere di fumare.
È quindi previsto un webinar gratuito, aperto a tutti, il 31 maggio, alle ore 11.
La videoconferenza mira a sensibilizzare i cittadini e a prevenire l’insorgenza di tumori a causa del fumo. Ospiti del webinar sono Rolando Negrin, pneumologo, direttore sanitario della LILT di Vicenza, e Alice Mecenero, psicologa. Intervengono inoltre, Cesare Benedetti e Severino Pellizzari, rispettivamente presidente LILT e Anap Vicenza.
“La lotta contro il fumo è una battaglia che ci vede protagonisti in prima linea – ricorda Severino Pellizzari-. Da tempo siamo impegnati, insieme alla Lega Tumori, per favorire stili di vita sani. In questo caso, come nonni, vogliamo dare il nostro contributo anche nei confronti dei nostri nipoti, perché l’impatto del fumo nei giovani non è da trascurare”.
“Guardando la devastazione che il fumo fa nelle persone a noi vicine ci meravigliamo di questa grande dipendenza, così come non ci sarebbe da meravigliarsi che nel tabacco utilizzato per confezionare le sigarette ci fossero sostanze che provocano assuefazione. Aiutiamo quindi nonni e nipoti a capire e a difendersi da questa dipendenza – aggiunge Benedetti-. In LILT cerchiamo di diffondere sul territorio questi messaggi forti e altamente significativi e ringraziamo ANAP per essere sempre al nostro fianco nella lotta alle dipendenze, di qualunque tipo esse siano”.