Dichiarazioni di conformità degli impianti: elettricisti, antennisti, installatori e termoidraulici si aggiornano

12 febbraio 2020

Elettricisti, antennisti, installatori impianti e termoidraulici stanno partecipando in gran numero ai seminari organizzati, in collaborazione con la Camera di Commercio di Vicenza, dalle Categorie che fanno capo alla Confartigianato provinciale, per l’illustrazione di una nuova modalità di trasferimento delle dichiarazioni di conformità degli impianti allo sportello unico delle attività produttive.

Una procedura telematica che riduce tempi e oneri burocratici, attuabile nei confronti dei Comuni che utilizzano il programma SUAP delle Camere. Appuntamenti informativi – come sottolineato dal presidente di elettricisti e antennisti Leonardo Sandri e da Dario Dalla Costa, presidente dei termoidraulici – programmati in più aree della provincia per favorire il massimo coinvolgimento di tutti gli operatori regolarmente abilitati.
Va ricordato innanzitutto che la dichiarazione di conformità dell’impianto – conformità alle norme previste in relazione a quanto eseguito – e di cui sono parte integrante la relazione contenente la tipologia dei materiali impiegati, nonché il progetto, deve essere inviata al Comune ove l’impresa ha svolto l’intervento e un’ulteriore copia va consegnata al committente.
Oggi sempre di più sono i Comuni del Veneto e non solo (in provincia di Vicenza 105), che utilizzano il programma SUAP e che pongono quindi le imprese installatrici nella condizione di inviare telematicamente le dichiarazioni di conformità degli impianti.
L’impiantista, munito di firma digitale, può fare tutto da solo attraverso il portale impresainungiorno.gov.it, senza dover affrontare costi per l’aiuto di intermediari. La compilazione guidata evita poi di fare errori o omissioni e ogni impresa potrà usufruire gratuitamente di un proprio archivio “in cloud” delle dichiarazioni emesse.
Ricordiamo che la dichiarazione di conformità tutela ciò che l’impresa ha fatto, andando ad evidenziare le lavorazioni effettivamente eseguite, e sollevandola dalla responsabilità su eventuali modifiche realizzate da altri soggetti, magari non abilitati e intervenuti successivamente.
Ecco le date dei prossimi seminari programmati in provincia: il 17 febbraio a Thiene (sede Confartigianato via F. Foscari, 4), il 25 febbraio ad Asiago (Sala Reggenza Viale Stazione, 1), il 10 marzo a Noventa Vicentina (sede Confartigianato via Vittime delle Foibe, 76), il 24 a Cassola (ore 16 c/o Hotel Glamour Via Valsugana, 90). Tutti gli incontri avranno inizio alle ore 16.
Per ogni approfondimento gli operatori possono rivolgersi all’Area Mercato di Confartigianato Vicenza in via Fermi.