Altopiano dei Sette Comuni, imprese per la promozione

Un educational tour è in programma giovedì 1° luglio, rivolto a trenta giornalisti, blogger e opinionisti del settore turismo e gastronomia

24 giugno 2021 – di Cesare Rebeschini

Nei momenti di difficoltà saper fare squadra è fondamentale. Dopo un anno terribilmente difficile, le imprese dell’Altopiano fanno quadrato per favorire la ripartenza e sono protagoniste di un’iniziativa inedita che coinvolge e valorizza tutto il territorio dei Sette Comuni. Giovedì 1° luglio 2021 si terrà la prima parte di Asiago Sette Comuni in Punta di Dita.

Si tratta di un educational tour rivolto a trenta giornalisti, blogger ed opinionisti del settore turismo e gastronomia, sviluppato in sette tappe, una per ciascun comune del territorio: dal villaggio del Bostel, con il Museo Archeologico dei Sette Comuni a Rotzo, fino a Malga Sette Caliere, sulla Piana di Marcesina ad Enego, per concludersi al Museo Le Carceri di Asiago. Una presentazione itinerante curata da 32 tra ristoratori, pasticceri, gestori di rifugi ed agriturismi dell’Altopiano, capitanati dallo chef Massimo Spallino, uniti per far scoprire ed apprezzare, attraverso le loro proposte, un territorio ricco di tipicità. Dall’Asiago DOP Prodotto della Montagna, fino alle erbe spontanee, la cui varietà rappresenta un vero patrimonio di biodiversità, ciascuno dei cuochi e pasticceri coinvolti, concentrerà in un finger food (da qui il nome dell’iniziativa) ovvero in una piccola opera gastronomica, una storia legata alle tradizioni, alla natura ed alla cultura del territorio. Il format, ideato da Studioverde di Curtarolo (PD) con la collaborazione dello Chef Gianluca Tommasi, team manager della Nazionale Italiana Cuochi, è stato poi sviluppato e reinterpretato per l’Altopiano dallo chef Massimo Spallino, consigliere dell’Associazione Provinciale Ristoratori Fipe – Confcommercio Vicenza. L’iniziativa è stata poi condivisa a livello mandamentale con Confartigianato e Coldiretti, così da arricchire le proposte grazie al coinvolgimento di pasticcerie ed agriturismi.
L’appuntamento tornerà poi a settembre, dopo Made in Malga 2021, già programmato per i primi due weekend di settembre, con una cena di gala rivolta agli ospiti nel corso della quale saranno proposti i finger food legati alle caratteristiche, alla natura ed alle tradizioni del territorio. Tutto l’Altopiano in un solo boccone.