ARZIGNANO: IL MANDAMENTO CONFARTIGIANATO PROMUOVE GLI “APERITIVI CULTURALI”

La sede Confartigianato Vicenza di Arzignano

La sede Confartigianato Vicenza di Arzignano

Per il secondo anno, il Mandamento Confartigianato di Arzignano e l’Associazione Ulysses organizzano gli Aperitivi Culturali, una serie di pomeriggi del sabato incentrati su momenti di informazione, approfondimento e incontro per “aprire mente e cuore”. Ogni incontro – che avrà come sede quella del Mandamento Confartigianato di Arzignano in via dei Mille, sarà accompagnato dalle esecuzioni degli allievi della Scuola di Musica Città di Arzignano e da un brindisi con vini di cantine locali.

I temi prescelti per le conversazioni sono i più diversi, ma tutti hanno l’intento di far riflettere e di affidare ai presenti qualche spunto in più per capire, anche in chiave inedita, quanto accade attorno a noi ogni giorno.
Il primo appuntamento è fissato per il 2 febbraio (ore 17.30), quando si discuterà di “Filosofia: a cosa serve parlarne oggi?”. Una domanda evidentemente attuale, considerato il dominio della tecnologia nella società odierna e il poco tempo a nostra disposizione per riflettere sulla condizione umana, cui proverà a dare risposta il professor Eliano Zigiotto.
Seguirà, il 23 alle 17.30, la serata dedicata a “Gabriele D’Annunzio e Tamara De Lempicka. Cronaca di un incontro d’amore e arte” in occasione del 150° anniversario delle nascita del poeta. Interverrà Sabina Baldanza, critico d’arte.
Il 16 marzo è previsto un incontro (alle 18) che può essere utile anche per il quotidiano lavoro dell’imprenditore: il prof. Enrico Marchetto affronterà infatti il tema  “Davanti all’immagine. Storia degli oggetti e storia delle idee”. Sono invece in programma sabato 6 e sabato 20 aprile (alle 18.30) gli ultimi due appuntamenti in calendario. Il primo affronterà un tema economico particolarmente attuale, ovvero “L’euro al bivio: le ragioni e i torti della Germania” e vedrà in veste di relatore Andrea Fracasso, docente e ricercatore; l’altro invece riguarderà “Il teatro: quale funzione sociale?” e vedrà come protagonista Francesca Roviaro, con una performance di alcuni giovani attori.