Passaggio di consegne nazionale: sarà l’Anap a coordinare il Cupla per i prossimi due anni

Bene la campagna vaccinale che parte dai più anziani e attenzione ai soggetti più fragili nelle scelte del Recovery Plan

12 marzo 2021

Il Cupla, Coordinamento delle Associazioni dei Pensionati del Lavoro Autonomo della Provincia di Vicenza, coordinato da Anap – Pensionati di Confartigianato, riafferma l’importanza di aderire alla campagna di vaccinazione, per il bene proprio e di tutta la comunità.

“In questi giorni le cronache riportano le più disparate notizie in tema vaccinazione, ma il coordinamento ribadisce quanto già comunicato anche a livello regionale: che la vaccinazione oltre a proteggere la salute di tutti è un dovere civico ancor prima che un diritto e un gesto di responsabilità sociale. Agli organi preposti, poi, il compito di verificare che tutto avvenga in sicurezza”, commenta Umberto Martini, coordinatore Cupla Vicenza.
Da parte sua il Cupla sostiene le scelte della Regione del Veneto in ordine ai criteri di somministrazione dei vaccini garantendo la priorità agli anziani, ai soggetti affetti da malattie croniche e/o invalidanti oltre che al personale sanitario e a quanti impegnati nei diversi servizi alla Comunità: Forze dell’ordine, Vigili del Fuoco… Un ringraziamento poi il Cupla lo rivolge alla sanità pubblica veneta e alle autorità preposte per l’impegno dedicato auspicando altresì che la possibilità di somministrazione dei vaccini, quando disponibili, sia al più preso estesa ai medici di famiglia e alla rete delle farmacie.
Anche di questo si è parlato a livello nazionale in occasione del passaggio di consegne del Coordinamento del Cupla fra Federpensionati Coldiretti e Anap Confartigianato, la quale guiderà il coordinamento per i prossimi due anni.
Giorgio Grenzi, presidente nazionale di Federpensionati Coldiretti, ha infatti consegnato il testimone a Gian Lauro Rossi, componente della Presidenza nazionale dell’Anap, a cui il presidente Guido Celaschi ha affidato la delega a coordinare l’Organismo unitario.
“Per l’Anap questo incarico è un onore. E da Vicenza – spiega Pellizzari, presidente provinciale Anap – contribuiremo, come abbiamo peraltro sempre fatto, a lavorare in modo congiunto e coordinato con le altre sigle sindacali del Cupla, avendo come obiettivo quello di proseguire l’attività sui temi già in agenda e di sviluppare altre importanti iniziative in un momento particolarmente difficile per il Paese, per i suoi cittadini e per gli anziani che sono stati così duramente colpiti dalla pandemia in corso”.
Il primo banco di prova sarà il “Recovery Plan”, in merito al quale il Cupla chiederà al Governo Draghi di includere molti aspetti che riguardano gli anziani e le persone più fragili, soprattutto riguardo ai temi della Sanità, della Non Autosufficienza, della parità fiscale, della tutela del potere di acquisto delle pensioni, delle nuove tecnologie e della digitalizzazione.
“Sarebbe paradossale – dice in merito Pellizzari- che gli anziani, che hanno pagato il prezzo più pesante della pandemia in termini di morti, fossero esclusi dagli interventi del PNRR”.

Il CUPLA è composto da Anap Confartigianato, Anpa Confagricoltura, 50&Più Confcommercio, Cna Pensionati, Federpensionati Coldiretti, Fipac Confesercenti, Fnpa Casartigiani, Anp-Cia e, con circa 3 milioni di iscritti complessivi nelle singole Organizzazioni che ne fanno parte, rappresenta oltre 5 milioni di pensionati del lavoro autonomo.