Il Mandamento Confartigianato di Vicenza sostiene il ViWine Festival

“È fondamentale che il centro storico sia animato e attrattivo per noi vicentini e per il turismo”

14 settembre 2021 – di Alessandra Matteazzi

Nella mattinata di martedì 14 settembre si è svolta la conferenza stampa di presentazione di ViWine Festival: evento in programma i prossimi 24, 25 e 26 settembre in Piazza dei Signori e Piazza Biade a Vicenza.
L’iniziativa, presentata a Palazzo Trissino dall’Assessore alle attività produttive e al turismo Silvio Giovine, volge alla sua seconda edizione: arte, vino e sapori daranno vita, infatti, a una tre giorni dedicata alle eccellenze vitivinicole ed enogastronomiche del territorio locale.

“Il vino offre l’opportunità di declinare vari argomenti, come l’enoturismo, la sostenibilità ambientale, le innovazioni tecnologiche, l’impresa, il lavoro, la tracciabilità ma anche – sottolinea Giovine -, il sapore della tradizione”.
Per Confartigianato Imprese Vicenza ha partecipato il presidente del Mandamento di Vicenza, Maurizio Facco, mentre per le altre associazioni di categoria, erano presenti Cristina Zen, vicepresidente di Coldiretti Vicenza e Nicola Piccolo, presidente della delegazione di Vicenza di Confcommercio.
Erano presenti, inoltre, la curatrice Chiara Franceschini ed Edoardo Bilato, direttore artistico dello spettacolo “Mercanti e viaggiatori veneti: Querini, una storia di mare” che sarà proposto al pubblico durante il ViWine Festival.
Diversi gli intrattenimenti annunciati dagli organizzatori del ViWine Festival; “uno tra i più prestigiosi – evidenziano con un motto di orgoglio Jennifer Grande e Alberto Fanton dell’agenzia Vievents -, sarà quello con l’ospite di eccezione “Ferrari Trento”. Anche nel 2021, infatti, confermando la sua adesione a questa manifestazione, sicuramente affascinerà gli appassionati delle bollicine”.
“Il Mandamento di Vicenza di Confartigianato sostiene questa importante iniziativa per diversi motivi – ha sottolineato Maurizio Facco durante il suo intervento ai microfoni dei giornalisti -. È fondamentale che il centro storico del capoluogo della nostra provincia sia animato e attrattivo per noi vicentini e per il turismo. Chi deciderà di partecipare potrà scoprire in un contesto architettonico di rara bellezza una delle eccellenze del nostro territorio, frutto del lavoro delle sapienti mani di artigiani e produttori vitivinicoli. Il connubio di questi due fattori è di certo un’opportunità da cogliere” conclude il presidente degli artigiani del Mandamento di Vicenza.
Una tre giorni dunque che darà spazio a incontri culturali, spettacoli e talk tematici, frutto della sinergia con tutte le associazioni di categoria del territorio, allo scopo di divulgare e valorizzare la cultura vitivinicola, che da sempre contraddistingue il territorio vicentino.