Vicenza Innovation Lab, due anni di innovazione per il territorio

Migliaia di persone coinvolte nel progetto di Comune di Vicenza (e altre amministrazioni) e Confartigianato, riflessi positivi per un bacino di oltre 160.000 cittadini e centinaia di aziende

26 luglio 2022

Migliaia di persone coinvolte nel progetto di Comune di Vicenza (e altre amministrazioni) e Confartigianato, riflessi positivi per un bacino di oltre 160.000 cittadini e centinaia di aziende: compie due anni il progetto Vicenza Innovation Lab, l’iniziativa finanziata dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale dopo aver ottenuto un punteggio molto elevato, risultando il secondo in tutto il Veneto tra i 14 presentati nel 2020.

Questa mattina hanno fatto il punto sull’iniziativa l’assessore con delega all’innovazione tecnologica e semplificazione amministrativa Valeria Porelli e Gianluca Cavion, presidente di Confartigianato Imprese Vicenza.

UNA COLLABORAZIONE FRUTTUOSA

Vicenza Innovation Lab – che ha visto l’impegno del Comune di Vicenza come capofila, al fianco dei Comuni di Altavilla Vicentina, Creazzo, Torri di Quartesolo e Sovizzo, e la collaborazione con il Digital Innovation Hub di Confartigianato Imprese Vicenza, in questi due anni di attività si è posto come obiettivi principali lo sviluppo e la diffusione delle competenze digitali e la riduzione del digital divide per portare ad un miglioramento della qualità di vita dei cittadini, oltre che il potenziamento dei processi di innovazione tecnologica del territorio.

BILANCIO POSITIVO

Dopo due anni, il bilancio è sicuramente positivo: il progetto ha raggiunto migliaia di cittadini in tutta la Provincia di Vicenza, con riflessi positivi per un bacino di oltre 160.000 persone e centinaia di aziende, apportando non solo consapevolezza e cultura digital, ma anche innovazione al servizio del territorio.
Sono state infatti 21 le applicazioni prodotte in seno al Vicenza Innovation Lab, tra cui quelle sviluppate nel corso dei due Hackathon organizzati presso la Fondazione Studi Universitari di Vicenza (sui temi della parità di genere e dell’economia circolare) e a Villa Cordellina Lombardi (focalizzato invece sulla promozione delle eccellenze culturali del territorio vicentino), che hanno visto la partecipazione di oltre un centinaio di studenti, esperti ed appassionati di tecnologia.

LE ATTIVITÀ

Le attività di Vicenza Innovation Lab hanno poi coinvolto ampie e trasversali fasce della popolazione e dell’imprenditoria, con attività di formazione nelle scuole, convegni sulla cyber security e la salute 4.0, eventi per i cittadini nelle sei Palestre Digitali aperte sul territorio ed online, nonché la promozione e la diffusione degli open data.

SUPPORTO DA NUMEROSI PARTNER

Fondamentale il supporto dei numerosi partner, che sono stati al contempo acceleratori e beneficiari delle attività del Lab. Tra questi, il già citato Digital Innovation Hub di Confartigianato Imprese Vicenza, l’ITIS Rossi di Vicenza, l’ISS Silvio Ceccato di Montecchio Maggiore e il Linux User Group Vicenza, oltre ai partner di rete come le Università di Padova, Trento e Venezia Cà Foscari, e centri di ricerca quali il Competence Center Arte 4.0, la Fondazione Kessler, Miriade srl, Fab Lab di Dueville e l’ANAP (l’Associazione Nazionale Aziani e Pensionati).

I PARERI

VICENZA
“Vicenza Innovation Lab – ha fatto sapere il sindaco Francesco Rucco – ha centrato la sua mission, portando cultura digitale e innovazione tangibile nelle scuole, tra le persone, e nelle imprese. Il nostro territorio è stato da sempre culla di innovazione – di processi, di tecnica, e nell’arte – e vuole continuare ad essere all’avanguardia in un mondo che cambia sempre più velocemente. Continuiamo ad imparare, sperimentare, ed evolvere, e lo facciamo tutti insieme: studenti ed anziani, istituiti ed industria, pubblica amministrazione e privati.
“Siamo orgogliosi – ha dichiarato l’assessore Valeria Porelli – di aver creduto in questo progetto, e siamo grati a tutti i partner che hanno dato il loro contributo al successo dell’iniziativa. Guardiamo ora al futuro consapevoli che gli obiettivi sono ambiziosi, e non si possono certamente esaurire in due anni. L’innovazione è un percorso, e la nostra attenzione non può quindi che essere continua, in particolare per quanto riguarda lo sviluppo delle palestre digitali dove garantiamo anche a chi non è nativo di questa materia la possibilità di avvicinarsi ed accedere ai servizi digitali”.

GLI ALTRI COMUNI
“A nome dei Comuni partner – ha aggiunto l’assessore Andrea Cenzi del Comune di Sovizzo – esprimo grande soddisfazione per l’opportunità rappresentata da Innovation Lab. Il Comune di Sovizzo, sempre all’avanguardia per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione, ha avuto l’opportunità di modernizzare la palestra digitale presente nel suo territorio ed essere un punto di incontro per i cittadini, le imprese, le scuole e tutti i portatori di interesse per la collettività. Prossimamente verranno sviluppati con le principali realtà del territorio percorsi di alfabetizzazione digitale rivolti a tutti i cittadini, di ogni fascia di età, e un progetto in cantiere rivolto verso le persone con disabilità”.

CONFARTIGIANATO IMPRESE VICENZA
“Ringraziamo il Comune di Vicenza per avere scelto il nostro Digital Innovation Hub quale partner operativo di questa iniziativa, che speriamo la Regione possa rifinanziarla nel più breve tempo possibile – ha concluso Gianluca Cavion, presidente di Confartigianato Imprese Vicenza -. I nostri spazi e la nostra equipe rimangono a disposizione per garantire una continuità a questa esperienza che ha raccolto importanti successi e riconoscimenti. InnovationLab nel suo percorso ha dimostrato quanto la tecnologia sia ormai elemento imprescindibile nella vita quotidiana di tutti. Speriamo quindi di poter proseguire l’esperienza per proporre altre e nuove soluzioni e progetti innovativi a favore dei cittadini, delle imprese e del terzo settore“.

LE ATTIVITÀ PROSEGUONO

Vicenza Innovation Lab proseguirà le sue attività nella sede del Lab, presso Confartigianato Imprese Vicenza, dove già si studiano i prossimi eventi che verranno comunicati nei prossimi mesi sui canali web e social del progetto.