Valdagno: a metà gennaio sarà eletto il nuovo presidente del Mandamento Confartigianato Vicenza

Già individuato invece il Delegato comunale: l’imprenditore Franco Pozza

29 dicembre 2020

Eletto presidente provinciale di Confartigianato Imprese, Gianluca Cavion ha attivato l’iter per la sua sostituzione alle cariche ricoperte nel Mandamento di Valdagno: Delegato del Comune di Valdagno e Presidente del Mandamento.

Il presidente del Mandamento, che comprende i comuni della Vallata da Recoaro a Trissino, verrà eletto a metà gennaio e la candidata individuata dal gruppo dirigente del Mandamento è Debora Vigolo, socia della ditta “Vigolo Luigino & C. SNC “con sede Cornedo Vicentino. È già stato eletto invece, ed è entrato in carica, il Delegato Comunale: si tratta di Franco Pozza, socio legale rappresentante della ditta “Pozza 1865 srl“, imprenditore conosciuto in vallata per le sua consolidata attività di produzione di parchi giochi utilizzati da famiglie e bambini in numerosi spazi pubblici.
Il ruolo dei delegati comunali è quello di mantenere la fondamentale conoscenza delle imprese del territorio e affrontare i problemi comune per comune pur in un quadro generale unitario di proposta e azione sindacale coordinata, sia nella area mandamentale che provinciale. Pozza quindi inizia il suo nuovo incarico nel gruppo che farà capo al prossimo presidente mandamentale, e alla sua giunta, sui temi economici e sociali che coinvolgono le imprese di Valdagno. Franco Pozza, nato nel 1969, si è proposto per il ruolo di Delegato mettendosi in gioco per offrire le proprie competenze nel rappresentare le esigenze delle imprese nei confronti degli enti locali, in una fase della sua vita in cui, dopo anni dedicati al lavoro e alla famiglia, ora è supportato dai figli nella conduzione dell’azienda.
Il nuovo Delegato Comunale comincia il suo incarico in un momento particolare consapevole che alcune aziende, anche nel comune, soffrono più di altre le conseguenze dei provvedimenti adottati per il contenimento del contagio. L’attenzione, quindi, sarà posta e mantenuta alta sul sostegno alle imprese che le amministrazioni possono dare tanto con la riduzione della tassazione comunale quanto coinvolgendo le piccole e medie imprese nella realizzazione delle opere pubbliche. In particolare a Valdagno l’obiettivo è avere la possibilità di mantenere vivo l’interesse ad investire e sviluppare attività imprenditoriali nel comune, per essere una città attrattiva sai per gli imprenditori che per i lavoratori, a partire dalla valorizzazione del centro storico e della città sociale, caratteristica peculiare di Valdagno. E se il territorio geograficamente non offre molte altre possibilità di ampliamento, con il nuovo casello della Pedemontana, posto poco più a sud, si potranno cogliere nuove possibilità.

Nella foto, la sede Confartigianato di Valdagno