Anche Vicenza ha aderito alla Giornata nazionale di Mobilitazione Taxi

Per fare il punto della situazione in attesa di incontrare, nei prossimi giorni, il Prefetto e illustrare preoccupazione e timori della categoria

29 aprile 2021

Anche Vicenza ha aderito oggi alla “Giornata Nazionale di Mobilitazione TAXI” che ha visto tra i promotori Confartigianato Imprese Veneto Taxi e le altre sigle del settore. Hanno partecipato alla giornata anche Raffaele Vacca e Pierpaolo Campagnolo, presidente e vicepresidente Cooperativa Taxi Vicenza, soci di Confartigianato Imprese Vicenza.

Obiettivo: far sentire chiara e forte la voce di un comparto che, soprattutto in una regione a forte vocazione turistica come il Veneto, a causa del Covid e di mancati adeguati sostegni, vede minacciata la sopravvivenza di un importante numero di imprese.

La Giornata si è articolata con la convocazione di una Assemblea unitaria di categoria e contestuali richieste d’incontro ai Prefetti. Anche una delegazione dei tassisti vicentini si è recata in Prefettura dove ha consegnato al Gabinetto del Prefetto un documento in cui si descrive la difficile situazione del settore, e le richieste espresse, in attesa di parlarne di persona con il Prefetto nei prossimi giorni.

Ai Prefetti sarà chiesto anche di farsi portavoce di provvedimenti di sostegno economico così come fatto per altri settori, affinché possa essere garantito il servizio di trasporto pubblico non di linea svolto con autovetture Taxi. Sul tavolo altre richieste (sospensione e proroga di mutui, leasing e finanziamenti; taratura di tasse e contributi per gli anni 2021/2022, ecobonus per l’acquisto di autovetture elettriche, per citarne alcune) che saranno oggetto di altri momenti di confronto tra operatori del settore e autorità preposte.