“Stiamo vicino agli anziani, perché l’isolamento ne aumenta la fragilità”. Il Prefetto raccoglie l’appello di Anap e Confartigianato e lo rilancia

Comunicato 158  – 22 dicembre 2020

“Veloce, concreto e sensibile verso i bisogni dei nostri anziani: dobbiamo ringraziare il Prefetto, e con lui i responsabili delle Forze di Polizia provinciali, per avere accolto la nostra richiesta a favore degli anziani che in questo periodo di isolamento possono subire più facilmente tentativi di truffa”. Questo il commento di Severino Pellizzari, presidente ANAP Pensionati Artigiani che, con Gianluca Cavion, presidente di Confartigianato Imprese Vicenza, ha recentemente incontrato in modalità da remoto, il Prefetto di Vicenza Pietro Signoriello. Si è trattato di una riunione, convocata dallo stesso Prefetto, di Coordinamento delle Forze di Polizia che al primo punto dell’ordine del giorno aveva proprio la Campagna per la Sicurezza degli Anziani. Un tema, quest’ultimo, oggetto proprio della recente lettera inviata a Signoriello da Pellizzari e Cavion in cui Anap e Confartigianato esprimevano la loro preoccupazione per l’isolamento, fisico e umano, cui molti anziani vivono e aggravato dalla situazione pandemica: una condizione, aggiungevano Pellizzari e Cavion, che rischia di favorire truffatori e malintenzionati.
Tornando alla riunione, erano presenti il Questore, il Comandante dei Carabinieri e il Comandante della Guardia di Finanza che, sulle problematiche evidenziate, hanno assicurato il massimo impegno a collaborare, nelle forme più idonee, per prevenire e sventare i tentativi di truffa a danno degli anziani. 

“Il Prefetto ha ben chiaro il quadro della situazione e ci ha quindi assicurato che provvederà ad avviare iniziative coinvolgendo le istituzioni del territorio a tutela dei cittadini anziani. Un’azione a cui si somma il nostro invito alle comunità di stare ‘vicini’ ai propri anziani, compatibilmente con la situazione sanitaria, evitando così che siano esposti a situazioni non solo di pericolo ma anche di disagio – prosegue Pellizzari -. Il periodo non ci consente di fare incontri in presenza fisica, ma stiamo lavorando per trovare altre nuove modalità per sensibilizzare le famiglie”.
“In rappresentanza dei 6.650 soci, ho confermato al Prefetto la nostra piena disponibilità a collaborare e l’ho ringraziato per la pronta risposta. È un piacere riscontrare nel massimo livello istituzionale e di rappresentanza dello Stato nel territorio tale attenzione ai problemi della nostra categoria. Anap è pronta a fare il massimo per dare voce e garantire tutela agli anziani in difficoltà; e a lavorare in squadra rinnovando alle istituzioni locali la nostra piena fiducia.”