Ristoratori: in Confartigianato a Bassano del Grappa si è discusso della situazione del comparto

Il presidente provinciale Malinverni e territoriale Milani hanno nuovamente incontrato la sen. Guidolin (M5S)

7 settembre 2021 – di Paolo Pedersini

Sostegni e attenzione alle attività di ristorazione, nonostante il periodo estivo abbia indiscutibilmente registrato un cambio di tendenza rispetto alla prima parte dell’anno: di questo si è parlato in un nuovo incontro svoltosi lunedì 6 settembre nella sede Confartigianato di Bassano del Grappa, alla presenza della senatrice Barbara Guidolin (M5S), di Alessandro Milani e Christian Malinverni (rappresentante territoriale e provinciale della categoria Ristoranti e Bar di Confartigianato Imprese Vicenza).

È stata occasione per riprendere i contenuti affrontati in un precedente incontro tenutosi la scorsa primavera: oggetto del confronto, i chiarimenti sulle procedure di controllo dei Green Pass, che ancora presentano alcune criticità, e soprattutto il forte appello affinché il Governo si confronti preventivamente con le categorie economiche prima della emanazione di Decreti che necessitano di essere poi ridefiniti per chiarirne i contenuti e l’applicazione.
“Abbiamo colto l’occasione – spiegano Milani e Malinverni – di ribadire la centralità delle imprese, che devono essere parte attiva nella definizione di provvedimenti, per evitare confusione e effetti contrari. La ripresa del settore è ancora lenta e non uniforme, vanno proposte azioni che incoraggino e diano soprattutto fiducia a ristoranti e bar, scongiurando il ripetersi di quanto accaduto a partire dall’autunno dell’anno scorso”.
“Per questo motivo, sono state proposte alcune misure utili a favorire le attività di ristorazione chiedendo che gli operatori del settore vengano interpellati preventivamente per comprendere la applicabilità dei provvedimenti – continuano Milani e Malinverni -. Le nostre proposte sono: togliere l’obbligo dei 6 posti a tavola per le consumazioni all’interno dei locali, favorendo così la prenotazione di gruppi e comitive; prevedere agevolazioni in ugual misura tra i Comuni per il pagamento della TARI; incentivare i sostegni economici al settore, reinvestendo i circa 350 milioni di euro non impegnati con il fondo di filiera ristorazione. In proposito, la senatrice Guidolin ha evidenziato che tali importi verranno destinati nel prossimo Decreto “Sostegni bis” in fase di approvazione da parte del Governo. Altre misure sono poi attese dallo Stato, per favorire la piena ripresa economica in procinto di affrontare la stagione autunnale che si auspica rimanga indenne dalle criticità registrate nel 2020”.

Nella foto, Christian Malinverni, Barbara Guidolin e Alessandro Milani nel corso del primo incontro di fine maggio