Quale futuro per la tua impresa? Il 22 a Noventa incontro raccontare l’esperienza dell’Apprendistato Nordest, una novità assoluta in provincia, che avvicina domanda e offerta di lavoro

“Quale futuro per la tua impresa?”. Se ne parla, con la spontanea domanda di riflesso “e quale futuro per i giovani?”, in un incontro dedicato a imprese, famiglie, giovani, promosso da Confartigianato e Confindustria Vicenza, e in programma giovedì 22 novembre ore 18.00 al Teatro Modernissimo di Noventa. Troppo spesso le aziende cercano giovani tecnici senza trovarli o non preparati a “fare”. Un paradosso in un Paese, il nostro, con una disoccupazione giovanile enorme. E così non si trovano: operai specializzati nella lavorazione di metalli (58%), addetti a macchine dell’industria tessile (50,3%), operai di macchine automatiche (49,7%) e tanti altri (dati Excelsior, Unioncamere e Anpal). E i giovani? Non avrebbero anche loro voglia di mettersi alla prova? Di emanciparsi? Di crescere professionalmente e umanamente?
Le due Associazioni di Categoria si sono chieste quindi cosa si può fare per cambiare questa situazione. E così alcune imprese dell’Area Berica in sinergia con l’istituto Masotto di Noventa hanno sviluppato un nuovo percorso di Apprendistato che risponde alle esigenze delle aziende e del mercato.
Presentato a marzo, il progetto di apprendistato di primo livello che fa seguito a un bando nazionale del MIUR, denominato “Apprendistato NordEst”, è diventato una concreta realtà per dodici studenti di quarta dell’IIS Masotto di Noventa. Prima esperienza del genere in provincia, promossa da Confartigianato e Confindustria Vicenza, l’iniziativa mira a favorire proprio la contaminazione tra mondo della scuola e mondo dell’impresa.
Con il nuovo anno scolastico, quindi, gli studenti non solo sono partiti con un contratto di apprendistato in tasca, ma hanno l’opportunità di fare un’esperienza di lavoro importante per il proprio bagaglio di conoscenze e competenze. In particolare, saranno gli alunni del biennio di specializzazione del corso “Tecnico della manutenzione e assistenza tecnica” ad avere la possibilità di svolgere parte della loro formazione in aula e parte in azienda, il tutto tutelati da un contratto di apprendistato, ovviamente retribuito, e dal conseguente progetto formativo. Un’esperienza che diventerà parte integrante dell’esame di maturità oltre che del proprio curricula personale.
Ispirato al “sistema duale” tedesco, l’apprendistato di primo livello favorisce da un lato i giovani, che così possono entrare in azienda e meglio capirne le dinamiche e i bisogni in termini di figure professionali, dall’altro permette alle aziende di formare ragazzi che possono poi trovare una valida collocazione nel contesto produttivo di riferimento, magari proprio nell’azienda che li ha accolti.
Con il primo incontro di marzo, Confartigianato e Confindustria avevano illustrato alle aziende gli obiettivi del progetto, in primis sopperire alla difficoltà delle imprese di trovare di trovare personale tecnico e specializzato allineato ai bisogni aziendali, e per questo invitando gli imprenditori a prendersi carico di studenti volenterosi.
A luglio è seguito un secondo incontro con le aziende che hanno aderito al progetto (Cabrellon srl e Carpenteria Tosetto per Confartigianato, Athena, CFI srl, SAF spa, Salvagnini Italia spa, Stefani spa e Veneta Press per Confindustria; più Energreen, F.lli Caliaro srl, Laserjet, Mobilfer, Trevibenne spa) per definire il “piano d’azione” e le modalità con cui individuare gli studenti da inserire nell’ambiente di lavoro. L’incontro ha messo a fuoco in maniera operativa gli step del progetto, in particolare si sono approfonditi gli aspetti burocratico – amministrativi connessi (protocollo scuola–azienda, il Piano Formativo Individuale, il contatto di lavoro) e di quelli operativi e didattici (calendario della formazione, modalità della presenza in azienda).
Un esempio di fattiva collaborazione che sarà illustrata nei dettagli nel corso dell’incontro del 22. Moderati dalla giornalista Cinzia Zuccon, interverranno: Elena Donazzan, Assessore Regionale Istruzione e formazione e Lavoro Regione Veneto; Sandro Fraron, presidente Raggruppamento est Vicentino Confindustria Vicenza; Riccardo Barbato presidente Confartigianato Noventa;
Lara Bisin, Coordinatrice Commissione Scuola Confindustria Vicenza; Sandro Venzo, Referente Scuola, Formazione e Lavoro Confartigianato Vicenza; Carlo Alberto Formaggio, Dirigente Scolastico IIS Masotto; Annamaria Pretto, dell’Ufficio Scolastico Regionale. Non mancheranno le testimonianze dei ragazzi e delle imprese coinvolti nel progetto.