La Protezione Civile di Montecchio Maggiore a “scuola di sicurezza”

Con i percorsi del Cesar, ente di formazione di Confartigianato Vicenza

19 marzo 2021

Storicamente gli artigiani sono ben radicati nel territorio in cui lavorano e con esso, e la comunità di riferimento, hanno legami solidi. Non è, quindi, infrequente che molti di loro collaborino in maniera del tutto volontaria con i gruppi locali di Protezione Civile.

È il caso del presidente del Mandamento di Arzignano Montecchio di Confartigianato Vicenza, Ruggero Camerra, attivo anche nella Protezione Civile di Montecchio Maggiore, il quale si è rivolto al Cesar, ente accreditato per la formazione continua presso la Regione, con una specifica richiesta: formare i volontari della Protezione Civile. La domanda va nella direzione della sicurezza con particolare riguardo all’utilizzo delle attrezzature di lavoro quali carrelli elevatori (muletti), piattaforme aeree e gru su autocarro e alle specifiche attività cui si trovano ad operare quali, a titolo di esempio, le operazioni di lavoro in quota.
Immediato il riscontro del Cesar, anche perché quelli individuati sono gli stessi percorsi formativi che ogni giorno sono offerti alle imprese, secondo il Decreto Lgs 81/08 sulla sicurezza sui luoghi di lavoro. Dal mondo dell’impresa, quindi, al volontariato un percorso per permettere a tutti di operare in piena sicurezza e con professionalità anche in caso di emergenza nella vita di tutti i giorni.
Le sessioni di formazione vengono svolte tramite l’Associazione Artemide OdV, costola della Protezione Civile di Montecchio Maggiore nata proprio con lo scopo di proporre momenti di formazione per tutti i componenti di questo importante corpo di volontariato.
“Con questa iniziativa Confartigianato conferma il suo rapporto profondo con le comunità locali e i loro bisogni, che si identificano da sempre con quelli delle nostre imprese – commenta Camerra – e non si tratta di parole, ma dei caratteri distintivi dei nostri imprenditori. Quando si tratta di agire, organizzare, gestire una emergenza, ecco che il pragmatismo e l’intraprendenza supera ogni ostacolo”.
“Ringraziamo la Confartigianato per la disponibilità dimostrata – afferma l’assessore alla Protezione Civile della Città di Montecchio Maggiore, Loris Crocco -. La nostra Protezione Civile è un fiore all’occhiello della gestione della sicurezza nel territorio e queste attività formative non faranno che aumentare la competenza dei nostri volontari”.
“Come artigiano e presidente dell’Associazione Protezione Civile Montecchio Maggiore OdV – sottolinea il presidente Matteo Fridosio – sono orgoglioso di aver partecipato alla nascita di una collaborazione che da tempo si era resa necessaria. Per molteplici aspetti normativi il volontario di Protezione Civile viene equiparato ad un vero e proprio dipendente e questo comporta notevoli dispendi in termini economici per seguire i dettami in materia di formazione alla sicurezza sul lavoro, spese che spesso non sono sostenibili dalle singole Associazioni. Grazie alla partnership appena inaugurata, faremo un ulteriore passo in avanti verso l’obiettivo del continuo miglioramento e della continua professionalizzazione dei nostri volontari, al fine di garantire sempre un miglior servizio alla comunità”.