Per quattro diplomati dell’area Bassanese assegnato il Premio Mechilli. 15ª edizione del riconoscimento voluto dal Mandamento Confartigianato

Nella sede della Fondazione Pirani-Cremona è andata in scena la 15ª edizione del Premio Franco Mechilli, proposto dal Mandamento di Confartigianato di Bassano del Grappa, e dedicato ai figli di imprenditori associati freschi di diploma e che si affacciano all’università. Con l’obiettivo di spronare i ragazzi nell’impegno allo studio, preludio di quello lavorativo e di tante soddisfazioni, le borse di studio sono state assegnate ai ‘centini’: Irene Zanotto (di Tezze sul Brenta) per la sezione Licei: ex equo per Riccardo Lessio (di Romano d’Ezzelino) e Valeria Cecchin (di Galliera Veneta) per la sezione Istituti Tecnici; e Nadia Trento (di Rossano Veneto) per la sezione Istituti Professionali.

Nel corso della mattinata si è potuto anche ascoltare l’esperienza di Marco Baccini, giovane titolare della ditta B-CP srl di Cartigliano che, dopo la laurea e dopo alcune esperienze anche all’estero è tornato e ha avviato all’interno dell’azienda del padre un proprio ramo d’attività fino a creare una propria impresa. “Un esempio eloquente per tanti giovani”, ha ricordato il presidente del Mandamento Sandro Venzo.
Erano presenti alla cerimonia anche l’Assessore regionale Elena Donazzan, e l’assessore Elisabetta Casagrande di Romano d’Ezzelino; Luigi Pellanda sindaco di Tezze sul Brenta; Germano Racchella sindaco di Cartigliano; Morena Martini sindaco di Rossano Veneto; Stefania Amodeo assessore di Bassano del Grappa; ovvero dei Comuni d’origine degli studenti (e delle aziende delle loro famiglie). Si sono congratulati con i giovani studenti anche il delegato comunale di Confartigianato Imprese Vicenza di Romano d’Ezzelino, Davide Carlesso, e la giunta del Mandamento (Sandro Venzo, Carla Lunardon, Alberto Costa). Naturalmente alla mattinata non è mancata Claudia Perentaler, moglie di Franco Mechilli indimenticato presidente del Mandamento ancora oggi ricordato per la sua passione per il lavoro, per il suo impego nell’attività sindacale e per i giovani.