Oltre 675mila euro a imprese di autobus turistici. Ristoro post covid grazie a una convenzione Regione Veneto

Tessari (Confartigianato Vicenza): “Aiuti che danno un po’ di respiro alle aziende in difficoltà”.

La Giunta regionale del Veneto, su proposta della vicepresidente e assessore alle Infrastrutture e Trasporti Elisa De Berti, ha recentemente approvato la Convenzione tra Regione e Unione Regionale delle Camere di Commercio del Veneto (Unioncamere) per lo stanziamento di 675.441 euro a sostegno delle imprese di autobus destinati al servizio turistico, come intervento di ristoro a seguito delle conseguenze delle restrizioni imposte dalla pandemia da Covid-19.

“Il comparto dei trasporti è stato uno dei più colpiti dalle restrizioni conseguenti al Covid-19. Nello specifico, il settore del trasporto turistico ha pagato un prezzo elevato, tanto più in una Regione, il Veneto, che è la prima in Italia per numero di presenze – ha spiegato la vicepresidente De Berti -. Ecco perché un provvedimento come questo si rivela utile al fine di sostenere il settore. Ringrazio Unioncamere perché grazie ad una fattiva collaborazione unita a competenze specifiche abbiamo predisposto uno strumento efficace, che consentirà di dare un ulteriore ristoro in modo puntuale”.

“Accogliamo sempre con positività i sostegni che vengono dati al nostro settore – commenta Sonia Tessari, presidente del Sistema Logistica, Trasporti Turistici e di Business di Confartigianato Imprese Vicenza – che ha sofferto particolarmente in questi ultimi anni. Un settore che si trascinerà una situazione di certo non facile ancora per un lungo periodo. Questi sono aiuti concreti e immediati che danno un po’ di respiro alle aziende che sono in difficoltà. Ci auguriamo – conclude – che non si fermi l’interesse verso le imprese di trasporto persone e di poter continuare a confrontarci per una positiva collaborazione”.

La misura sarà attivata con un bando dedicato alle imprese operanti nel settore del trasporto turistico di persone mediante autobus aventi una sede operativa attiva in Veneto. Le agevolazioni consistono nella concessione di un contributo a fondo perduto una tantum, senza vincolo di rendicontazione: l’entità del contributo sarà determinata da Unioncamere, in sede di definizione dei contenuti del bando tenuto conto del numero delle imprese che operano nel settore. Le domande saranno sottoposte a verifica dei requisiti di ammissibilità. Per semplificare la concessione del ristoro e consentire la massima celerità al procedimento, i requisiti dei beneficiari saranno oggetto di autocertificazione.

Unioncamere pubblicherà il bando sulla propria piattaforma digitale entro 90 giorni dalla sottoscrizione della convenzione con la Regione. La liquidazione ai beneficiari del ristoro concesso verrà effettuata direttamente da Unioncamere, sulla base delle autocertificazioni presentate, entro 60 giorni a decorrere dalla data di scadenza del bando pubblicato.

Comunicato 180


CONFARTIGIANATO IMPRESE VICENZA | Via Enrico Fermi,134 - 36100 Vicenza (Italia) | C.F. 80002410241 | REA VI-226266 | Tel. 0444.392300 | Fax 0444.961003 | Email: info@confartigianatovicenza.it | Pec: direzione.generale@artigiani.vi.legalmail.it | Privacy Policy | Cookie Policy | Informativa Privacy Infragruppo | Contenuti essenziali accordi di contitolarità | Copyright © FAIV