NASCE IL DOLCE VICENTINO IL SUO NOME E’ “LA GATA”: AL DEBUTTO NATALIZIO L’IDEA DEI PASTICCERI DELL’ASSOARTIGIANI PROVINCIALE

_x000D_
_x000D_
_x000D_
_x000D_
_x000D_
05/12/2006NASCE IL DOLCE VICENTINO IL SUO NOME E’ "LA GATA": AL DEBUTTO NATALIZIO L’IDEA DEI PASTICCERI DELL’ASSOARTIGIANI PROVINCIALE_x000D_
Che l’appellativo affondi le sue radici nella storia o nella tradizione popolare non è rilevante, fatto sta che i vicentini, fuori dai confini provinciali, sono conosciuti come "magnagati". Una qualifica che suscita sentimenti diversi tra i destinatari. E così c’è chi se la ride divertito e non si sottrae a goliardica autoironia, chi tenta di far finta di nulla quando qualche "foresto" chiede perché a Vicenza i gatti non siano amati, e chi quasi se ne vergogna. Quali che siano i sentimenti suscitati da quel "magnagati", un fatto è comunque certo: tutti lo conoscono.Forse saranno partiti anche da queste considerazioni i pasticceri dell’Associazione Artigiani per realizzare, guarda caso, "La Gata", un dolce che aspira a diventare una tipica specialità vicentina e che è ora a disposizione dei turisti e di quanti vorranno … assaporarla in ricordo della città. L’idea di un dolce unico, che potesse rappresentare le tradizioni beriche, è maturata tra i pasticceri artigiani all’inizio di quest’anno. Una decina di loro si è messa all’opera provando e riprovando per trovare l’impasto giusto con un unico, ma importante, punto fermo: la ricetta avrebbe dovuto contenere solo prodotti naturali (niente conservanti né additivi, quindi) pur consentendo al prodotto una certa conservabilità. E’ nato così un dolce secco tanto semplice negli ingredienti quanto buono (grazie anche a un pizzico di cioccolato) e apprezzabile da tutti. A quel punto l’idea del nome è venuta quasi di conseguenza, e con buona dose di autoironia si è voluto anche inserirlo in una frase completa ("I vicentini magna La Gata"), diventata un marchio prontamente registrato. Sempre nell’ottica di fare del dolce anche un goloso souvenir di Vicenza, nei fianchi della simpatica confezione sono riportate le immagini di alcuni tra i più significativi edifici della Città del Palladio e della sua provincia, con una breve descrizione. Le pasticcerie che propongono "La Gata", per ora una ventina sparse in tutto il territorio (l’elenco completo è disponibile nel sito dell’Associazione www. artigiani.vi.it) si dovranno attenere ad alcune semplici regole a garanzia del prodotto e dei consumatori.Sarà quindi loro cura rispettare sempre la ricetta originale (dove non mancano ingredienti tipici come la grappa, le mandorle e la farina di mais) e vendere il dolce nella confezione studiata appositamente per contenerlo. Il materiale promozionale, così come il lancio del prodotto, sarà curato dall’Associazione Artigiani della provincia di Vicenza."La Gata" sarà per la prima volta a disposizione del pubblico in occasione del periodo natalizio. Il dolce vicentino si potrà infatti trovare non solo nelle pasticcerie ma anche nella "casetta" dell’Assoartigiani allestita (fino al 24 dicembre) ai Giardini Salvi di Vicenza, in occasione di "Giardini di Natale", il tradizionale mercatino allestito dall’assessorato al Turismo.


CONFARTIGIANATO IMPRESE VICENZA | Via Enrico Fermi,134 - 36100 Vicenza (Italia) | C.F. 80002410241 | REA VI-226266 | Tel. 0444.392300 | Fax 0444.961003 | Email: info@confartigianatovicenza.it | Pec: direzione.generale@artigiani.vi.legalmail.it | Privacy Policy | Cookie Policy | Informativa Privacy Infragruppo | Contenuti essenziali accordi di contitolarità | Copyright © FAIV