Marostica, ha preso il via il Corso base di educazione finanziaria di Confartigianato

Valter Marcon (Confartigianato)

Ha preso avvio a Marostica il primo corso di educazione finanziaria, promosso ed organizzato dalla Confartigianato del Mandamento di Marostica.

Si intende fornire ai partecipanti una conoscenza di base delle caratteristiche e dei meccanismi di funzionamento delle attività finanziarie per l’investimento del risparmio, dei prodotti disponibili per ottenere finanziamenti ipotecari e personali, delle informazioni e competenze per prendere decisioni su come investire il proprio risparmio in maniera personalizzata, efficiente e a bassi costi e dare alcuni suggerimenti ed indicazioni operative su come gestire il rapporto con il proprio Intermediario finanziario (banca, promotore, consulente).
“Abbiamo deciso di promuovere queste due serate formative – ha detto il presidente mandamentale della Confartigianato marosticense Valter Marcon – perché la gestione del rapporto con la banca e gli intermediari finanziari in generale è attività vitale e quotidiana per le nostre aziende ed i nostri imprenditori artigiani. Molto spesso crediamo di conoscere i meccanismi che regolano il rapporto cliente/banca, in realtà vi sono ancora molti lati oscuri. Assieme ad Andrea Santini, manager bancario con diverse esperienze anche a livello internazionale, vogliamo far capire in maniera diretta e trasparente quali sono i vantaggi e rischi del risparmio, i criteri da utilizzare per costruire il portafoglio di investimento, la scelta dell’Intermediario: banca tradizionale, banca on line, private bank, promotore finanziario e gli strumenti finanziari per l’investimento del risparmio. Non solo -aggiunge Valter Marcon-, vogliamo anche fornire alcune nozioni base sui titoli di debito (obbligazioni) e titoli di capitale (azioni), sul rendimento nominale e rendimento reale, sul rischio finanziario e sulla variazione del valore delle attività nel tempo, sulla relazione tra rischio e rendimento.” Tra i vari temi che saranno affrontati anche le caratteristiche e funzionamento dei finanziamenti ai privati con particolare attenzione tra prudenza, flessibilità, protezione, costi e clausole contrattuali. Il percorso formativo prevede inoltre una formazione base sulla gestione e caratteristiche dei depositi bancari a vista e vincolati, dei titoli di Stato, delle obbligazioni bancarie e societarie, sulle azioni e sugli strumenti di risparmio collettivo (Fondi, Sicav, Etf) e polizze assicurative vita. “Insomma – ha concluso il presidente Marcon – un’occasione utile per fornire agli artigiani più autonomia e consapevolezza rispetto all’operatività delle banche”.