Mandamento di Bassano tra i sostenitori del Bando Impresa a favore di attività artigianali e commerciali in centro storico

Per accedere al contributo c’è tempo fino al 28 settembre

“Un’iniziativa che va a sostenere e migliorare la qualità delle attività economiche presenti nel centro storico di Bassano in un’ottica di valorizzazione delle produzioni locali, occupazione, attrattività e fruibilità della città per i visitatori che la scelgono come meta, evitando situazioni di degrado che colpiscono altri centri storici”. Così Sandro Venzo, presidente del Mandamento di Bassano del Grappa di Confartigianato Vicenza, commenta il recente “Bando Impresa” proposto dal Comune e che vede il sostegno del Mandamento e delle altre associazioni datoriali e professionali.
Il bando (la cui scadenza è fissata al 28 settembre) presenta importanti novità: quest’anno infatti non si rivolge solo le attività artigianali o commerciali che nascono, ma anche alle aziende già attive e che decidono di trasferirsi in centro storico, e a quelle che intervengono con lavori di ristrutturazione e abbellimento dell’immobile. 20mila gli euro messi a disposizione, suddivisi in quattro linee contributive per un importo massimo (a fondo perduto) di 5mila euro ad attività. In merito alle spese, sono ammesse quelle per adeguamento funzionale dell’immobile; acquisto impianti e attrezzature coerenti con il progetto d’impresa; interventi rivolti a incrementare il livello di sicurezza; l’accessibilità all’attività o il potenziamento di sistemi di qualità ambientale; assistenza e consulenza connessi alle spese dei punti precedenti. In base a un sistema a punti verrà dato risalto a chi usufruirà di interventi per risparmio energetico, al grado di innovazione/creatività dell’attività e agli imprenditori under 35. Inizio attività e interventi di riqualificazione non devono comunque essere antecedenti al 16 novembre 2017.
Ma ai benefici del contributo il bando prevede anche alcuni benefit gratuiti o agevolati proposti dalle diverse associazioni di categoria e professionali. Dal canto suo Confartigianato fornirà alle aziende che si aggiudicheranno il contributo una serie di servizi (presentazioni pratiche inizio attività, tenuta contabilità, consulenza fiscale e del lavoro…).
“Alla sua terza edizione, il bando negli anni precedenti ha avuto un andamento altalenante, per questo il tavolo di lavoro che coordina questo ‘strumento’ ha deciso di allargarne il raggio di azione – continua Venzo-. Con questa iniziativa cerchiamo di favorire quindi chi ha voglia di investire e di fare impresa da zero, tanto chi vuole apportare un miglioramento alla propria realtà magari cercano nuovi obiettivi e possibilità di crescita”.
Il bando (con tutti i dettagli) e la domanda sono a disposizione sul sito del Comune e al Punto Impresa del Mandamento.