Il Mandamento Confartigianato di Barbarano incontra i candidati sindaco del Comune

In alto Cristiano Pretto (Impegno Comune) con i dirigenti artigiani; sotto, Carlo Pegoraro (Lega Liga Veneta) con Maurizio Pellegrin

In vista della prima elezione del Sindaco per il neo Comune di Barbarano Mossano di domenica 10 giugno, dopo la fusione dei due municipi di Barbarano e Mossano votata nei mesi scorsi, il Mandamento di Barbarano di Confartigianato ha voluto incontrare i candidati Sindaco sottoponendo loro alcuni temi importanti per l’imprenditoria artigiana del territorio.
Due i candidati per Barbarano Mossano. Cristiano Pretto, sindaco uscente di Barbarano che si candida con la lista civica Impegno Comune, e Carlo Pegoraro, sostenuto da una lista di partito Lega Liga Veneta.
Dopo i saluti iniziali, la presidente mandamentale Marisa Giorio, ha motivato la volontà di Confartigianato di incontrare i candidati per la presentazione dell’iniziativa di raccolta di alcuni temi di interesse da parte delle imprese, volto a raccogliere le istanze da presentare alle prossime amministrazioni. La presidente ha poi lasciato la parola al vicepresidente e delegato comunale Maurizio Pellegrin, che ha esposto ai due candidati le tematiche emerse e le priorità evidenziate dalla realtà produttiva locale, rispetto ai programmi presentati dalle liste.
Con l’aiuto dei dati preparati dall’ufficio studi di Confartigianato, si è potuta inquadrare la consistenza dell’artigianato sul territorio. La parte più importante è stata sicuramente la condivisione con i candidati dei risultati del questionario on-line appositamente messo a punto e somministrato alle imprese socie del comune.
I temi emersi da questo questionario e presentati ai candidati, vanno dagli incentivi comunali per la riqualificazione edilizia, alla sicurezza e alla burocrazia. Ma anche altri temi come l’ascolto delle imprese, lo sviluppo turistico e l’abusivismo oltre alla banda larga, ormai indispensabile per le imprese, per concludere con la richiesta di particolare attenzione al tema della fiscalità locale come IMU, TARI, imposta di pubblicità.
Molti degli argomenti presentati fanno parte del programma elettorale delle due liste. Pertanto i due candidati hanno potuto esprimere condivisione con i temi presentati dalle imprese.