Al via l’hackathon Vi-Challenge: gara di idee tecnologiche per la cultura

Organizzato dal Comune di Vicenza, in collaborazione col Digital Innovation Hub di Confartigianato a villa Cordellina Lombardi di Montecchio Maggiore

26 maggio 2022

“La Cultura è una bella invenzione”, questo il titolo dell’hackathon Vi-Challenge, una competizione di idee e soluzioni tecnologiche, che si terrà il 27 e 28 maggio a villa Cordellina Lombardi, a Montecchio Maggiore.

Organizzato dal Comune di Vicenza, in collaborazione con il Digital Innovation Hub di Confartigianato Imprese Vicenza, il contest avrà una durata di 24 ore non-stop, e metterà a confronto esperti ed appassionati di informatica ed elettronica. La sfida è sviluppare soluzioni tecnologiche e digitali per valorizzare il patrimonio culturale del territorio vicentino, seguendo il tema di “Vicenza città della Cultura”, sulla scia della positiva esperienza maturata in occasione della candidatura della città a Capitale italiana della cultura 2024.

I PREMI IN PALIO

Sono tre i premi in palio. Alla migliore app mobile andranno 5.000 euro, mentre 1.000 euro saranno assegnati al miglior progetto di data scienze. Axera, il partner tecnico dell’iniziativa, metterà inoltre in campo un ulteriore riconoscimento di 1.000 euro per il progetto ritenuto più meritevole. A giudicare le proposte dei partecipanti sarà una giuria interdisciplinare di esperti del settore, tra cui Cristian Veller, presidente della categoria Information Communication Technology di Confartigianato Vicenza, Debora Saviana, project manager presso UniSMART della Fondazione Università di Padova, Mirco Attocchi, coordinatore area web di Axera, e Simona Siotto, assessore alla cultura del Comune di Vicenza.

TUTTO ESAURITO DA UNA SETTIMANA

Le iscrizioni hanno registrato il tutto esaurito già da una settimana e sono state aperte a chiunque avesse competenze informatiche ed elettroniche nel campo delle app mobile, intelligenza artificiale, blockchain, microcontrollori, attuatori, sensori e dispositivi connessi (Iot), senza vincoli di età o di titolo di studio: parteciperanno studenti delle scuole superiori ed universitari, makers o startupper, artigiani digitali o semplici appassionati di tecnologia.
L’organizzazione offrirà ai partecipanti la connessione wi-fi, due pranzi, una colazione e una cena gratuiti, oltre agli spazi della villa, fino alla chiusura del contest, alle 17 di sabato 28 maggio.
Si tratta del secondo hackathon, dopo quello dello scorso ottobre dedicato a parità di genere ed economia circolare, organizzato nel contesto del Vicenza Innovation Lab. Il progetto, finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, mira ad accelerare i processi di innovazione tecnologica del territorio e vede l’impegno del Comune di Vicenza come capofila, al fianco dei Comuni di Altavilla Vicentina, Creazzo, Torri di Quartesolo e Sovizzo, e in collaborazione con il DIH – Digital Innovation Hub, realtà di Confartigianato Imprese Vicenza.