Giovedì 8 a CI.TE.MO.S. mobilità in primo piano: sostenibilità a due ruote e autoriparatori a confronto

Quarta edizione per il Festival che si svolgerà in Basilica Palladiana nel pieno rispetto delle norme di sicurezza e di distanziamento sociale. 

Proseguono giovedì 8 gli appuntamenti di CI.TE.MO.S. (CIttà, TEcnologia, MObilità Sostenibile) quarta edizione della manifestazione organizzata da Confartigianato Impresa Vicenza sui temi della sostenibilità, tecnologie, mobilità.
L’evento è ospitato in Basilica Palladiana di Vicenza in presenza, con una settantina di posti allestiti nel massimo rispetto delle norme di sicurezza e distanziamento sociale, ma con possibilità di seguire tutti gli appuntamenti anche in streaming sul sito della manifestazione (www.citemos.it) e sui canali social di Confartigianato Vicenza.

La giornata si apre alle ore 10.30 con l’incontro dedicato proprio a “Sostenibilità a due ruote: l’economia della bicicletta per una nuova mobilità”. Ne parlerannoPaolo Manfredi di Confartigianato Imprese (Il Progetto Artibici); Enrico Quintavalle, Responsabile Ufficio Studi Confartigianato Imprese (presentazione Rapporto Artibici 2020); Benedetta Sanjust di Teulada, Amministratore Delegato Playcar srl   (Bicicletta e nuova mobilità);Marco Granelli, Assessore a Mobilità e Lavori pubblici Comune di Milano (Riprogettare la mobilità urbana partendo dalle due ruote);  Andrea Gastaldello – CEO Finance & marketing manager di Wilier Triestina S.p.A. (Si possono ancora produrre bici in Italia?).A moderare l’incontro sarà Pierangelo Soldavini, vice caporedattore di Nòva24 Il Sole 24 Ore.

Quello della mobilità a dure ruote è un tema molto attuale, viste anche le vendite delle bici in crescita, sia di quelle tradizionali che dell’e-bike. Si tratta quindi di un settore dalle grandi potenzialità che in Italia vanta una grandissima tradizione, anche se gli italiani sembrano vedere la bicicletta soprattutto come un mezzo per fare attività sportiva e, non la considerano molto come mezzo di trasporto urbano. Logicamente una non esclude l’altra, anche perché vari sono gli aspetti che possono influenzare l’attitudine dell’individuo, sicuramente l’Italia non vanta la tradizione di piste ciclabili che spesso puoi trovare in altri Paesi europei, tra l’altro con situazioni climatiche meno favorevoli di quella italiana. Una cosa è sicura, la bicicletta è un mezzo di trasporto sostenibile e può essere anche divertente utilizzarla, inoltre non paghi tasse di possesso.

Dalle due alle quattro ruote. Alle ore 17.00 è in programma infatti l’incontro “Autoriparatori indipendenti a confronto”.
Nel periodo del lockdown e dello smart working, il mondo dell’automotive ha avuto un assaggio estremo, di quello che potrebbe succedere se intervenisse un radicale cambio di mentalità nel mondo della mobilità. Il mondo dell’autoriparazione nel corso degli anni, ha sempre dimostrato una grande capacità di adattamento nella fase di sviluppo e di crescita del settore, passando dal riparare carrozze al riparare e manutenere mezzi velocissimi e complicatissimi. La mobilità però sta rapidamente evolvendo ma anche involvendo – le città potrebbero rivedere completamente i loro piani urbani – rivoluzionando a cascata anche il mondo della manutenzione e della riparazione. È ancora difficile prevedere in tutti i suoi aspetti ciò che accadrà, è però ormai evidente che sia già in corso una vera rivoluzione, con nuove sfide alle porte, e tante opportunità per chi saprà coglierle per primo.
Questi i temi del talk che, moderato da Fabio Uglietti, Marketing service & delivery director di Quattroruote Professional, vedrà intervenire: Marc Aguettaz, Managing Director GiPA srl; Alessandro Angelone e Pino Pace, Confartigianato Autoriparazione; Renzo Servadei, Amministratore Delegato AutoPromotec Bologna; Pierpaolo Benedetti, Yizhong-Edulife Cina; Tony Carillo, presidente Carrozzieri indipendenti USA

Gli incontri sono ad entrata libera, salva iscrizione via eventbrite attraverso il sito dell’evento www.citemos.it, dove si trovano tutti i dettagli degli incontri, le modalità di iscrizione e partecipazione, i relatori e moderatori dei singoli eventi.