Fondo Sviluppo di Confartigianato, Comuni e Fidi Nordest

Un plafond totale di 1 milione 800mila euro a sostegno delle imprese di Mussolente e Romano d’Ezzelino

Un nuovo accordo tra le Amministrazioni di Romano d’Ezzelino, Mussolente, e Fidi Nordest, in sinergia con Confartigianato Imprese Vicenza Raggruppamento di Bassano del Grappa, per sostenere le imprese. L’accordo consente, infatti, alle aziende in attività nei due Comuni di beneficiare del Fondo Sviluppo 2.0. (dotazione complessiva di 1 milione 800mila euro) destinato a concedere loro contributi una tantum e a fondo perduto. Un aiuto per abbattere i costi sostenuti per l’accesso al credito rivolto a ottenere liquidità per sostenere, in particolare in questo momento, i costi energetici e delle materie prime.

I particolari

Nelle intenzione dei sottoscrittori, il Fondo rappresenta un’ulteriore conferma dell’importanza e della validità della collaborazione sinergica tra le Amministrazioni, Confartigianato e Fidi NordEst a sostegno del tessuto imprenditoriale del territorio che rappresenta un importante punto di riferimento per la comunità.
Operativamente il Fondo riconosce il 3% dell’importo del finanziamento bancario erogato alle imprese richiedenti, fino a un massimo di 1.200 euro. Il contributo ‘una tantum’, come detto, è diretto all’abbattimento delle spese di istruttoria e commissioni per la garanzia di Fidi Nordest (qualora presente), degli interessi passivi applicati al finanziamento convenzionato con le banche aderenti all’iniziativa (Banca Popolare dell’Alto Adige – Volksbank, Banca del Veneto Centrale Credito Cooperativo).

La dotazione

In merito alla dotazione finanziaria, le Amministrazioni di Mussolente e Romano d’Ezzelino hanno messo a disposizione del Fondo 60mila euro (30mila euro ciascuna) mentre Fidi NordEst sarà il gestore unico del Fondo per un totale importo stanziato di 1 milione 800mila euro.

Soddisfazione di Confartigianato

Sandro Venzo, presidente del Raggruppamento Confartigianato di Bassano del Grappa, esprime la propria soddisfazione per l’iniziativa che vede Confartigianato tra i promotori: “Con la creazione del Fondo arriva un segnale di proficua collaborazione tra le Amministrazioni, Confartigianato e Fidi Nordest, finalizzata al sostegno delle aziende del territorio che vivono un momento economico particolarmente problematico. Con questo nuovo accordo si offre quindi alle nostre imprese una soluzione finanziaria che consente l’accesso al credito a breve e medio termine. In questo momento è infatti quanto mai importante sostenere le aziende anche con strumenti adeguati per permettere loro di superare il guado, crescere ed essere ancora e di più concorrenziali. Investire sull’artigianato per una comunità vuol dire, soprattutto nei nostri territori, investire sul proprio futuro. Il Fondo è un passo verso questa strada”.

Sostegno di Fidi Nordest

Anche Fidi NordEst ha sostenuto fin da subito l’iniziativa che “in concreto dimostra quanto una collaborazione coordinata sia in grado di produrre risultati di grande utilità per l’economia dei nostri territori. In questi periodi difficili – spiega il presidente Alessandro Vicino – ogni opportunità, grande o piccola che sia, messa a disposizione delle nostre imprese deve essere adeguatamente valorizzata; per questo Fidi Nordest, di concerto con Confartigianato Imprese Vicenza e i suoi partner bancari aderenti, assicura il massimo impegno per il pieno successo dell’iniziativa”.

Le Amministrazioni

“Già nel 2018 costituimmo un Fondo Sviluppo, oggi la spinta a rinnovare quell’accordo sono le mutate esigenze imprenditoriali che risentono della pandemia e del conflitto Ucraino – dichiara il sindaco di Mussolente, Cristiano Montagner-. In particolare i prezzi delle materie prime, soprattutto energetiche, sono aumentati a dismisura e questo mette a rischio il tessuto delle piccole medie imprese dei nostri territori. Aderendo al Fondo come Amministrazione intendiamo quindi dare una risposta concreta agli imprenditori ed essere loro vicini con un contributo a spese che diversamente sarebbero pesanti da sostenere e graverebbero nei bilanci aziendali ”.
“La collaborazione con Romano d’Ezzelino, avviata cinque anni or sono, permette alle imprese di ottenere finanziamenti garantiti complessivamente fino a 1milione 800mila euro – aggiunge il vicesindaco di Mussolente, Valentina Fietta con delega alle Attività Produttive-, ovvero un effetto-leva pari a 30 volte la somma investita. Un plafond quindi aumentato del 80% rispetto alla prima edizione del Fondo sottoscritto nel 2018. La collaborazione con Confartigianato Vicenza e Fidi Nordest si è confermata strategica per rilevare i nuovi fabbisogni imprenditoriali e diventerà essenziale nel monitoraggio degli stessi fino al 2024. Il Fondo, inoltre, vuole essere uno strumento flessibile e non sosterrà perciò solo le esigenze di liquidità immediata delle imprese ma anche investimenti strumentali ed immateriali, con una attenzione alle spese legate al digitale, una esigenza sempre più forte dopo la pandemia”.
“Il principale ruolo di una pubblica amministrazione è quello di facilitare la vita di persone e imprese, intervenendo laddove necessario con misure straordinarie, iniziative che diventino esempio e stimolino la macchina pubblica ad essere coraggiosa utilizzando tutti gli strumenti disponibili – aggiunge il sindaco di Romano d’Ezzelino, Simone Bontorin-. La collaborazione con Confartigianato e Fidi Nordest va proprio in questa direzione: mettere a disposizione risorse facendo leva su un comunione d’intenti soprattutto in momento di incertezza, qual è l’attuale, che deve essere arginata con concrete azioni di sostegno.”
“Con questo rinnovato strumento – ribadisce l’assessore Paolo Rossetto – vogliamo rimarcare come l’Amministrazione di Romano, assieme a quella di Mussolente, continui a mettere in atto ogni sforzo possibile per essere vicina alle piccole aziende del territorio, passando dalle parole ai fatti. Le aziende di Romano, quindi, potranno ora contare anche su questa possibilità economica, competitiva nell’attuale mercato del credito. Continuare a credere e sostenere i nostri imprenditori locali, rimane per noi una forte volontà politica”.

Domande di contributo

Le imprese interessante potranno presentare domanda di contributo negli uffici e nelle sedi di Fidi Nordest fino alla scadenza dell’iniziativa prevista per il 31 dicembre 2024, salvo esaurimento anticipato dei fondi disponibili.


CONFARTIGIANATO IMPRESE VICENZA | Via Enrico Fermi,134 - 36100 Vicenza (Italia) | C.F. 80002410241 | REA VI-226266 | Tel. 0444.392300 | Fax 0444.961003 | Email: info@confartigianatovicenza.it | Pec: direzione.generale@artigiani.vi.legalmail.it | Privacy Policy | Cookie Policy | Informativa Privacy Infragruppo | Contenuti essenziali accordi di contitolarità | Copyright © FAIV