Eletto il nuovo consiglio direttivo dell’ANAP di Vicenza. Pellizzari confermato presidente

Si è concluso il percorso di rinnovo delle cariche direttive dell’associazione dei pensionati di Confartigianato Vicenza, con l’elezione dei 20 consiglieri che saranno impegnati nei prossimi anni a definire le strategie dell’Associazione e programmare le attività. Presidente dell’ANAP è Severino Pellizzari, confermato nell’incarico dal nuovo consiglio, che dirigerà l’Associazione fino al 2022. La squadra di giunta è composta da Claudia Nicoletti, vice presidente, e dai consiglieri Antonio Marcon, Efren Merlo e Alessandro Stella.
Questi i consiglieri eletti: Mirella Andriolo (Noventa Vicentina), Antonino Borinato (Val Liona), Antonio Canale (Tonezza del Cimone), Elio Cherubin (Gallio), Sergio Cisco (Longare), Giuseppe Dal Prà (Zugliano), Giovanni Feriotti (Valdagno), Giampaolo Lanaro (Malo), Antonio Marcon (Marostica), Maria Pia Melison (Arcugnano), Efren Merlo (Bassano del Grappa), Gregorio Miotello (Barbarano Vicentino), Claudia Nicoletti (Arzignano), Giuliano Nicoli (Sandrigo), Aldo Pasqualotto (Montecchio Maggiore), Armando Pegoraro (Villaverla), Ferruccio Righele (Schio), Severino Pellizzari (Cornedo Vicentino), Alessandro Stella (Vicenza), Claudio Zanetti (Cartigliano).
“Sui temi della salute e della sicurezza ci giocheremo il nostro futuro. Salute, sicurezza della persona anziana e lotta alla solitudine sono temi da presidiare: come ANAP di Vicenza, con la forza di 6.000 soci e nel rispetto di chi ci ha scelto e continua a sceglierci, faremo la nostra parte – spiega il presidente Pellizzari- . I temi chiave, che vedranno impegnata la nostra Associazione sono legati alla salute, priorità e sfida da cogliere e gestire. La salute è il bene più prezioso di ogni persona e della comunità e dipende da tanti fattori, come ad esempio sani stili di vita, un’organizzazione sanitaria efficace, una corretta informazione e principi etici ed universali di solidarietà sociale. Il nostro impegno sarà quello di dare informazioni sui diritti/doveri, sugli stili di vita, sui servizi esistenti; e ci impegneremo a intervenire per migliorare la qualità dei servizi e diffondere una cultura della salute. Invitiamo i nostri soci a collaborare, ad esempio segnalando ciò che funziona nella sanità (le cosiddette “buone pratiche”, procedure comode ed efficaci), ma anche disservizi e sprechi.
La salute è un fondamentale terreno di sfide: la prima, per noi, è la non autosufficienza”.
“Continueremo quindi poi il nostro lavoro e il nostro impegno, in collaborazione con il CUPLA, le Istituzioni e le Associazioni con le quali abbiamo costruito un rapporto di fiducia (ad esempio quelle dei familiari di malati di Alzheimer), per rendere le nostre città su misura di persone che invecchiano e, quindi, più accessibili a tutti. Un altro fronte sul quale ci impegneremo è quello dell’invecchiamento attivo e della lotta alla solitudine degli anziani, problema serio di cui poco si parla e che ci dovrà vedere protagonisti – prosegue Pellizzari-. Infine, a tutela dei tanti grandi anziani, vorremo capire come assicurare una migliore assistenza domiciliare, per garantire che chiunque possa stare più possibile dignitosamente a casa, curato amorevolmente e non lasciato solo. Crediamo poi che vada sostenuta e migliorata la qualità dei servizi offerte dai Centri di Servizi e dalle strutture di ricovero”.
“Un ricordo infine al compianto presidente Gino Cogo e tutti coloro che hanno segnato la via di quest’associazione: continueremo sul solco del loro lavoro e ringrazio i consiglieri che hanno fatto crescere la nostra ANAP e coloro che hanno deciso di impegnarsi nei prossimi anni. Insieme, la vita è più facile e divertente”, conclude Pellizzari.