Sani.In.Veneto rimborsa tamponi, test rapidi e sierologici per lavoratori artigiani, e anche il vaccino antinfluenzale

20 novembre 2020

Si rafforza la campagna di prevenzione al Covid-19 #Maicosìvicini messa in campo da Sani.In.Veneto, il Fondo di assistenza sanitaria integrativa regionale della bilateralità artigiana.

Grazie al nuovo accordo, sono state potenziate le misure preventive a tutela di titolari, dipendenti artigiani o loro familiari in isolamento o ricoverati per Covid19.
Dopo la promozione di materiale sanitario e termometri utili alla prevenzione, ora è previsto anche il rimborso per tamponi molecolari, rapidi antigenici e test sierologici IGC e IGM.
Il Fondo ha previsto da settembre 2020 al 31 marzo 2021 un rimborso sulle spese sostenute per i tamponi in azienda per tutti gli iscritti delle tre linee in cui è articolato il fondo sanitario integrativo: dipendenti artigiani (Sani.In.Veneto), titolari artigiani (Sani In Azienda) e famigliari di titolari e dipendenti (Sani In Famiglia).
Oltre ai tamponi, diventano rimborsabili ora anche i vaccini antinfluenzali e rimangono confermate le coperture per visite specialistiche, esami di laboratorio e altri esami diagnostici legati al Coronavirus. Sono confermati fino al 31 dicembre inoltre gli indennizzi per quarantena e isolamento fiduciario o per ricoveri ospedalieri per Coronavirus, con il riconoscimento di una diaria.
Lo Sportello provinciale EBAV/SANI.IN.VENETO di Confartigianato Imprese Vicenza è a disposizione per chiarimenti e maggiori informazioni sui servizi e prestazioni ai seguenti recapiti: e-mail ebav@confartigianatovicenza.it; telefono 0444 168446-168425.

A QUESTO LINK si può scaricare l’informativa.

Informazioni su INFORMAIMPRESA o sul sito SANI.IN.VENETO