Covid, aggiornamenti su misure di superamento della fase emergenziale dal 1 aprile

Il provvedimento va nella direzione di un progressivo superamento delle restrizioni vigenti e contiene alcune disposizioni al riguardo delle attività di servizio alla persona

24 marzo 2022

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi un nuovo decreto-legge che introduce misure di superamento della fase emergenziale da Covid-19, che cesserà il prossimo 31 marzo. Il provvedimento va nella direzione di un progressivo superamento delle restrizioni vigenti e contiene alcune disposizioni al riguardo delle attività di servizio alla persona.

COSA CAMBIA PER I SALONI, ISTITUTI, STUDI DI BELLEZZA?

Fino a giovedì 31 marzo vige l’obbligo di controllo per tutti i clienti di verifica del green pass base (salvo persone sotto i 12 anni e quanti in possesso di esenzione).
A partire da venerdì 1 aprile 2022 viene eliminata la necessità del green pass base per l’accesso alle attività di servizio alla persona: pertanto non dovrà più essere richiesta alcuna certificazione verde ai clienti e conseguentemente potrà essere tolto il cartello esposto in vetrina che richiama l’obbligo di esibire il Green pass base.

COSA CAMBIA PER I CENTRI BENESSERE?

Almeno fino al 30 aprile, rimane invece in vigore l’obbligo di Green pass rafforzato per accedere ai centri benessere (spa, piscine, saune, ecc.), anche all’interno di strutture ricettive o per le attività che si svolgono al chiuso.

QUALI PROTOCOLLI DI SICUREZZA VANNO RISPETTATI?

Il Decreto specifica inoltre che, almeno fino al 30 aprile 2022, in tutti i luoghi al chiuso – tra i quali anche saloni e istituti di bellezza – permane l’obbligo di indossare le mascherine.
Per quanto riguarda protocolli da adottare per le attività di servizio alla persona, queste potranno essere aggiornate a seguito di nuova ordinanza del Ministro della salute. Nel frattempo rimangono in vigore le consuete e già note misure di contenimento del contagio, come da linee guida stabilite lo scorso anno dalla Conferenza delle Regioni: mantenere l’elenco delle prenotazioni per un periodo di 14 giorni, attuare il distanziamento di 1mt di separazione, rendere disponibili prodotti di igienizzazione delle mani, assicurare adeguata pulizia e disinfezione, ecc.

QUALI ALTRE MISURE PREVEDE IL DECRETO?

Vi sono altre disposizioni che interessano i comportamenti da tenere per l’accesso ai luoghi di lavoro, scuola, quarantene precauzionali, ecc. Per ulteriori approfondimenti, per il momento vi rimandiamo a questa nota ufficiale del Governo.

CARTELLO INFORMATIVO SU RITOCCO LISTINI

L’attuale situazione economica ha indotto alcuni titolari di saloni e centri di bellezza a ritoccare i tariffari dei servizi offerti. Raccogliendo le sollecitazioni ricevute da parte di operatori del settore, le Categorie del benessere di Confartigianato Vicenza hanno predisposto un cartello informativo a supporto della scelta operata, informando la clientela e motivando le ragioni.

Pertanto, quanti ne hanno fatto richiesta, o lo ritengono necessario, potranno esporre tale informativa all’interno del proprio esercizio all’attenzione dei propri clienti. Il cartello può essere autonomamente scaricato e stampato al seguente link:

Per ogni altro aggiornamento, potete come sempre seguire anche i gruppi Facebook “Professionisti dell’Acconciatura” e “Professionisti dell’estetica”.


CONFARTIGIANATO IMPRESE VICENZA | Via Enrico Fermi,134 - 36100 Vicenza (Italia) | C.F. 80002410241 | REA VI-226266 | Tel. 0444.392300 | Fax 0444.961003 | Email: info@confartigianatovicenza.it | Pec: direzione.generale@artigiani.vi.legalmail.it | Privacy Policy | Cookie Policy | Informativa Privacy Infragruppo | Contenuti essenziali accordi di contitolarità | Copyright © FAIV