CONSORZIO ARTIGIANEXPORT: BILANCI, PROGRAMMI E RINNOVO DELLE CARICHE

_x000D_
_x000D_
_x000D_
_x000D_
_x000D_
03/04/2006CONSORZIO ARTIGIANEXPORT: BILANCI, PROGRAMMI E RINNOVO DELLE CARICHE_x000D_
L’assemblea dei soci del Consorzio Artigianexport ha recentemente rinnovato le cariche: alla presidenza è stato eletto il giovane imprenditore di Gambugliano Mauro Costa, Antonio Canale è stato riconfermato vicepresidente, mentre come consiglieri sono stati designati Piero Cesco Andriolo, Pierluigi Barbiero e Franco Franco.Nel corso dell’assemblea è anche stata presentata la relazione sull’attività del 2005 e sui progetti in corso per il 2006.Per quanto riguarda il 2005, l’attività ha dovuto fare i conti con i consumi stagnanti, le grandi imprese che hanno segnato il passo, costringendo il grande universo della subfornitura e del contoterzismo ad adeguarsi, e con un euro che non ha incentivato le esportazioni ma neppure gli investimenti."Ciononostante, le piccole imprese vicentine hanno perseguito a denti stretti e con determinazione i loro obiettivi, con il Consorzio e l’Associazione Artigiani al loro fianco – ha spiegato il vice presidente Canale, dopo aver ricordato la figura di Antonio Barausse, presidente da poco scomparso -. L’attività svolta è stata quindi vasta e qualificata. Innanzitutto le missioni, tra le quali spicca quella realizzata in Malaysia e Singapore, con la partecipazione di venti aziende per un totale di 27 persone". Canale ha poi ricordato la significativa missione esplorativa in Cile, nell’ambito del Progetto Pigafetta, che ha consentito di avere un primo contatto con quella realtà sudamericana: "I rapporti instaurati con l’Associazione degli Imprenditori Veneti in Cile hanno permesso infatti di porre le basi per una missione allargata, da realizzarsi presumibilmente nell’autunno prossimo". Tra le altre attività, è stata ripetuta la partecipazione all’Easternpartenariat di Lublino, in Polonia, da anni occasione di incontro con la realtà economica locale, ma anche potenziale proiezione verso l’Ucraina e la Bielorussia. E’ giunto poi a conclusione il progetto Eumedis-Qualitheme: la fase finale ha permesso a quattro aziende consorziate di ottenere l’attestato di partecipazione all’iniziativa, passo significativo verso una migliore e maggiore conoscenza della futura area di libero scambio Euro-Mediterranea. Per quanto attiene l’area dell’ex Jugoslavia, la Camera Artigianale di Croazia si è riconfermata partner affidabile e collaborativo, mentre la partecipazione al workshop per aziende metalmeccaniche a Lubiana (Slovenia) si è confermata un importante appuntamento. Nell’ambito del progetto UE Asia Invest è proseguita la collaborazione con l’Assoartigiani per l’assistenza tecnico-organizzativa alla Camera di Commercio di Cambogia. Notevole poi la partecipazione alle fiere nazionali e internazionali, che ha interessato i settori dell’Oreficeria; della Ceramica; del Giocattolo e della Casa. Infine, sul fronte delle relazioni istituzionali, frequenti e qualificati sono stati gli incontri con autorità e delegazioni estere (di Cile, Thailandia, Malta, Malaysia, Cina). Il 2006 vede ancora la stretta alleanza con l’Assoartigiani nella realizzazione delle iniziative, cogliendo anche ogni possibile sinergia con Vicenza Qualità ed eventuali altri enti e organismi. Tra le missioni economiche, la più importante sarà quella in Cile. Una missione esplorativa avrà quale destinazione New York, riguardo al contoterzismo per l’Abbigliamento e servizi collegati. Una visita preliminare, finalizzata a valutarne l’eventuale successiva partecipazione, è prevista alla fiera di Poznan (Polonia) dedicata alla Subfornitura Meccanica. Il comparto "casa" (Ceramica e complementi d’arredo) sarà impegnato in un workshop con operatori in visita dalla Russia a Bassano e non si esclude la ripetizione dell’evento con operatori dall’India e dall’Arabia Saudita. Per il settore del Mobile, vi è la disponibilità di Vicenza Qualità a realizzare due missioni finalizzate a conoscere le fiere specializzate di Parigi e Valencia. Infine, la partecipazione alla fiera internazionale d’autunno di Zagabria costituirà un rinnovato e gradito appuntamento.