• Home
  • SALA STAMPA
  • Comunicati
  • Confartigianato Vicenza
  • 2022
  • CI.TE.MO.S. continua il suo cammino con due incontri: il 17 giugno con un appuntamento dedicato agli amministratori; il 18 con un approfondimento sulla tecnologia applicata alla sicurezza e alla sostenibilità del veicolo

CI.TE.MO.S. continua il suo cammino con due incontri: il 17 giugno con un appuntamento dedicato agli amministratori; il 18 con un approfondimento sulla tecnologia applicata alla sicurezza e alla sostenibilità del veicolo

Comunicato 92 – 12 giugno 2022

CI.TE.MO.S. (Citta Tecnologie Mobilità Sostenibile), iniziativa di Confartigianato Imprese Vicenza,da sei anni segue, affronta e approfondisce le tematiche legate alla mobilità diventando nel tempo un apprezzato “osservatorio” sulle trasformazioni che possono favorirne il passaggio a forme più sostenibili.
Il cammino di CI.TE.MO.S. prosegue quindi con due appuntamenti in programma venerdì 17 e sabato 18 giugno. Nel primo incontro, che si svolgerà a Palazzo Chiericati a partire dalle 10.30, saranno protagoniste le Amministrazioni.  Il focus dell’evento saranno infatti le politiche amministrative ovvero quali siano gli interventi migliori per favorire una mobilità sostenibile nel contesto di riferimento:  incentivare il possibile uso della bicicletta (o del monopattino), muoversi a piedi, privilegiare l’auto  ibrida o elettrica a quella con motore a combustione, utilizzare il trasporto pubblico, ricorrere alla condivisione di veicoli ma anche usare in modo integrato vari mezzi (pubblici e privati), ad esempio per il percorso quotidiano “casa – lavoro”, promuovere comportamenti virtuosi dei cittadini. Il seminario è rivolto a sindaci, assessori alla mobilità e tecnici comunali di settore, con l’intento di fornire loro suggerimenti e stimoli in materia di “politiche per la mobilità”.

L’incontro sarà moderato da Valerio Rossi Albertini, accademico e divulgatore scientifico, mentre Matteo Celebron, assessore alla Mobilità del Comune di Vicenza, porterà i saluti dell’Amministrazione. Seguiranno gli interventi di: Cosimo Murianni, giornalista di quattroruote, su “Il futuro della mobilità sostenibile secondo le case automobilistiche”, e di Daniele Invernizzi, formatore e progettista presidente di ev-now! ente privato di ricerca, su Lla situazione italiana delle infrastrutture per la sostenibilità: i possibili impatti sulla transizione verso la mobilità sostenibile”. Sarà poi il turno di Nicola Fruet, di Dolomiti Energia Solution srl, che illustrerà “Il punto di vista sulla mobilità di una multi utility dell’energia”, seguirà Luciano Gallo, presidente di Novia, con un intervento su “Le aggregazioni tra pubbliche amministrazione: quali opportunità per la mobilità sostenibile?”. Chiuderà la mattinata Paolo Manfredi, responsabile innovazione di Confartigianato Imprese, con un intervento su “L’osservatorio di Confartigianato sul PNRR: esempi di bandi per le pubbliche amministrazioni in materia di mobilità”.
Il secondo appuntamento, sabato 18 alle 9.30, si svolgerà invece al Centro Congressi di Confartigianato in via Fermi e sarà coordinato da Fabio Uglietti, Marketing Service & Delivery Director di Quattroruote Professional.

Ad aprire l’incontro sarà Angelone Alessandro, presidente nazionale autoriparazione Confartigianato Imprese, seguirà Cristiano Resta, ASC (Automotive Safety Center) di Vairano, per una panoramica dei sistemi ADAS (Advanced Driver Assistance Systems). Per isistemi di assistenza avanzata alla guida (appunto ADAS) il 2022 è un anno cruciale visto che dal prossimo luglio sulle auto di nuova omologazione dovrà essere presente di serie un sistema di dispositivi di sicurezza a garanzia dell’incolumità delle persone a bordo della vettura. Frenata autonoma d’emergenza, regolazione intelligente della velocità, mantenimento attivo della corsia di marcia, predisposizione per l’installazione dei rilevatori del tasso alcolemico del guidatore, sistemi di rilevamento della stanchezza e della distrazione del guidatore, scatola nera con data recorder, segnale per le fermate d’emergenza e videocamera di retromarcia, nuove cinture anteriori…, ne sono alcuni esempi.

La funzione più comune è la frenata automatica in caso di rischio di collisione con un veicolo o un pedone non rilevati dal conducente, e in buona parte su questo verterà l’incontro di sabato 18 giugno. Quattroruote è stata la prima rivista a dotarsi della strumentazione necessaria, la stessa utilizzata dai laboratori affiliati all’Euro NCAP e dalle case costruttrici, per poter valutare in modo completo i sistemi. Gli esiti delle prove saranno illustrati proprio nell’incontro al Centro Congressi.
Non solo. Nel corso della mattinata si farà anche una “Panoramica del sistema elettrico: strumenti e processi per avvicinarsi alla riparazione dei veicoli elettrici”, tema di approfondimento di Federico Guerci, ingegnere di ASC Vairano. 

Per informazioni e iscrizioni info su www.confartigianatovicenza.it