C’E’ SCAMBIO DI OPPORTUNITA’ TRA VICENTINO E CAMBOGIA

_x000D_
_x000D_
_x000D_
_x000D_
_x000D_
23/06/2006C’E’ SCAMBIO DI OPPORTUNITA’ TRA VICENTINO E CAMBOGIA_x000D_
Si è concluso con soddisfazione il viaggio studio in Veneto della delegazione cambogiana previsto dal Progetto europeo Asia Invest Un Modello di Sviluppo per le PMI Cambogiane in cui l’Assoartigiani di Vicenza è capofila. Nel corso della missione la delegazione, composta da 25 operatori economici (imprenditori e funzionari della Camera di Commercio di Cambogia, partner dell’Assoartigiani nel progetto), è entrata in contatto con i modelli di aggregazione d’impresa che caratterizzano il tessuto produttivo della nostra regione e considerati dall’Unione Europea, se opportunamente adattati alla realtà socio-economica locale, strumenti idonei a migliorare le performance delle piccole imprese cambogiane. Intenso e articolato il programma di visite messo a punto dall’Assoartigiani vicentina, che ha compreso incontri con le autorità (sindaco di Vicenza e presidente della Provincia), con le istituzioni economiche (Camera di Commercio, Vicenza Qualità, Centro Estero delle Camere di Commercio del Veneto), con centri di formazione (Cuoa e Scuola d’Arte e Mestieri) e naturalmente con imprese, selezionate in funzione dell’appartenenza a comparti omologhi a quelli rappresentati nella delegazione (CLA di Schio e TAER di Gambugliano per la metalmeccanica, Poli Distillerie di Schiavon e Grande di Cornedo Vicentino per il comparto liquoristica e dolciario).La visita alle aziende artigiane ha suscitato vivo apprezzamento negli operatori cambogiani, che hanno potuto "toccare con mano" quanto sia importante, anche e soprattutto per le piccole imprese, una costante attenzione al tema della qualità della produzione nonché dell’aggiornamento degli aspetti di organizzazione interna e della componente tecnologica per essere in grado di rispondere in maniera adeguata alle richieste, in costante cambiamento, provenienti dal mercato globale. Oltre alle visite, uno dei momenti centrali del viaggio di studio, soprattutto in prospettiva futura, è stata la firma di un accordo di collaborazione tra l’Assoartigiani, rappresentata dal presidente provinciale Giuseppe Sbalchiero, e la Camera di Commercio di Cambogia, rappresentata dal direttore generale Nguong Meng Tech; scopo dell’accordo è quello di dare continuità alla collaborazione tra le due organizzazioni, a testimonianza della comune volontà di rendere il progetto attualmente in corso il punto di partenza di un percorso di medio-lungo periodo, che investirà diversi ambiti di possibile cooperazione e che sarà volto a contribuire al graduale miglioramento delle condizioni dell’economia cambogiana.Il viaggio di studio ha inoltre costituito l’occasione per parlare di nuove iniziative da avviare nel corso dei prossimi mesi. Sono infatti già due i progetti di cooperazione in fase d’impostazione; il primo, che vedrà la presenza nel partenariato, oltre che dell’Assoartigiani e della Camera di Cambogia, anche della Cciaa di Vicenza e della Camera Artigianale di Francoforte, sarà finalizzato al trasferimento di buone pratiche sui temi dell’Arbitrato e della Conciliazione a funzionari e avvocati cambogiani; il secondo avrà quale capofila la Scuola d’Arte e Mestieri (sempre in collaborazione con Assoartigiani e Camera di Commercio di Cambogia) e avrà l’obiettivo di migliorare la capacità della aziende cambogiane attive nel settore della lavorazione artistica della pietra.Questi due nuovi progetti verranno presentati all’Unione Europea in occasione dei prossimi bandi del Programma Asia Invest, il primo dei quali avrà scadenza il 6 ottobre e introdurrà le linee guida del Programma per il 2007-2008.Interesse per la possibilità di cooperare con la Camera di Cambogia nell’ambito di un progetto a finanziamento comunitario, sempre con la "regia" dell’Assoartigiani vicentina è stato espresso anche dal Centro Estero delle Camere di Commercio del Veneto, che intende potenziare la propria partecipazione a tale genere di iniziative nel SudEst asiatico, mentre la Provincia di Vicenza ha manifestato la disponibilità a collaborare in ambito turistico-culturale, prendendo a ideale spunto il fatto che l’Unesco abbia assegnato sia alla Città del Palladio che ai meravigliosi templi di Angkor, situati nel nord della Cambogia, il riconoscimento di "Patrimonio dell’Umanità". Tante e nuove opportunità quindi che saranno oggetto di ulteriore approfondimento in occasione del seminario conclusivo del progetto Un Modello di Sviluppo per le PMI Cambogiane che si svolgerà in settembre a Phnom Penh con la partecipazione del presidente Assoartigiani Giuseppe Sbalchiero, che ha salutato gli ospiti cambogiani augurando "al vostro Paese di sperimentare nei prossimi 10/15 anni, anche grazie a questo Progetto, lo sviluppo che negli ultimi cinquant’anni ha portato il Veneto a divenire da zona povera e depressa ad area tra le più industrialmente avanzate d’Europa".