BONOMO (CONFARTIGIANATO VICENZA): “LA LEGGE SUI TEMPI DI PAGAMENTO ORA C’È E VA FATTA RISPETTARE. A COMINCIARE PROPRIO DALLO STATO”

“È lo Stato il primo soggetto a dover rispettare la nuova legge sui tempi di pagamento, che dal primo gennaio di quest’anno fissa a trenta giorni il termine ordinario per regolare i conti in sospeso”. Lo afferma Agostino Bonomo, presidente di Confartigianato Vicenza, ricordando che, secondo una indagine condotta a livello nazionale dall’organizzazione di categoria, nel 2012 il tempo medio con cui la Pubblica Amministrazione paga i suoi fornitori di beni e servizi è salito a ben 193 giorni.
“Inoltre – aggiunge Bonomo – la nuova legge, di ispirazione europea, vale non soltanto per gli enti pubblici, ma anche per le aziende private, e dunque anche per le imprese committenti nei confronti di quelle subfornitrici. Per l’Italia si tratta di un decisivo e atteso passo in avanti in termini di civiltà economica, di un doveroso recupero di correttezza nei rapporti commerciali, specie tenendo conto del fatto che i ritardi di pagamento rappresentano uno dei problemi alla base della scarsa liquidità delle imprese e che, in tempi di stretta del credito, tale fenomeno ha costretto molte aziende anche alla chiusura. Oggi non esistono più alibi, la norma c’è e va fatta rispettare. A cominciare proprio dall’Amministrazione centrale e dagli enti territoriali”.

CONFARTIGIANATO IMPRESE VICENZA | Via Enrico Fermi,134 - 36100 Vicenza (Italia) | C.F. 80002410241 | REA VI-226266 | Tel. 0444.392300 | Fax 0444.961003 | Email: info@confartigianatovicenza.it | Pec: direzione.generale@artigiani.vi.legalmail.it | Privacy Policy | Cookie Policy | Informativa Privacy Infragruppo | Contenuti essenziali accordi di contitolarità | Copyright © FAIV