Al via gli incontri con i Parlamentari vicentini della Giunta Esecutiva di Confartigianato Vicenza

Il Ministro Erika Stefani presente al primo appuntamento.

Ha avuto inizio nella serata di ieri – lunedì 8 ottobre ndr – il ciclo di incontri programmati con i parlamentari del territorio dalla Giunta Esecutiva di Confartigianato Vicenza.
Il presidente Agostino Bonomo, il vicepresidente Gianluca Cavion, il direttore generale Pietro Francesco De Lotto e gli altri componenti Luigino Bari, Nerio Dalla Vecchia, Valter Franco Marcon, Cristian Veller e Sandro Venzo come ogni anno incontreranno i rappresentanti vicentini in Camera e Senato per fare il punto della situazione dell’economia del territorio, dei temi aperti per le imprese socie di Confartigianato Vicenza in particolare rispetto agli incarichi istituzionali dei politici che si susseguiranno nelle prossime settimane.
Ad aprire questa iniziativa è stata la Senatrice Erika Stefani, Ministro degli Affari Regionali e delle Autonomie alla presenza della quale si sono aperti i lavori della Giunta Esecutiva di ieri sera.
“Il Signor Ministro ci ha onorato con la sua presenza rispondendo per prima all’invito, dimostrando una particolare attenzione ai temi della piccola impresa e del territorio, ricavando dalla sua agenda istituzionale lo spazio per questo incontro”, ha dichiarato il presidente Agostino Bonomo.
L’incontro è stato costruttivo e concreto ed ha riguardato le competenze dirette del Ministro Stefani che ha delineato con precisione lo stato dell’arte del processo relativo all’autonomia delle competenze della nostra Regione.
“Ritengo un segnale di vicinanza alle nostre imprese molto importante – conclude Bonomo – quello ricevuto nella forma e nella sostanza dal Signor Ministro alla quale, tra le altre cose abbiamo voluto rappresentare in sintesi le istanze specifiche delle categorie che rappresentiamo e le preoccupazioni rispetto alla consistenza delle misure a sostegno della competitività delle imprese che riteniamo migliorabili nel percorso parlamentare della prossima manovra economica”.