Ai Maestri Artigiani, Dirigenti e Pensionati Benemeriti e dipendenti delle aziende il “grazie” di Confartigianato Imprese e della collettività

É andata in scena alla Fiera di Vicenza (domenica 31 marzo, ndr) la 57esima edizione della cerimonia dei MAB (Maestri Artigiani Benemeriti) di Confartigianato Imprese Vicenza, ovvero un omaggio a quegli artigiani che non hanno mai smesso di crederci, che sono magari partiti con poco o niente ma che nel tempo sono cresciuti – non solo come imprenditori – acquisendo le competenze che i tempi e le contingenze hanno richiesto. A salutare i Maestri e a fare a fare il punto sulla realtà odierna, sulle prospettive, sulle esigenze e le sfide che attendono il variegato mondo dell’artigianato, un comparto tanto diffuso nel territorio quanto capace di muoversi fra tradizione e innovazione quindi, capace di guardare al futuro, è stato il presidente provinciale Agostino Bonomo.
Eccoli, quindi, i dieci Maestri Artigiani Benemeriti: Matteo Bonato (Produzione manufatti in cemento – Thiene), Francesco Bordignon (Serramenti in legno -Rosà); Alida Brusamarello (Gommista/Autofficina – Schio); Valter Casarotto (Acconciatore – Vicenza); Ivana Dalla Gassa (Estetista – Valdagno); Ugo Fochesato (Autofficina – Lonigo); Emilio Fornasa (Lavorazione Marmi -Thiene); Luigi Sacchetto (Autofficina – Montebello Vicentino); Moreno Scarmin (Falegnameria – Montegalda); Eugenio Sommacale (Falegnameria – Pianezze di Marostica).
Il riconoscimento di Dirigente Artigiano Benemerito è stato conferito invece a: Lino Mosè Loss (Meccanica – Pozzoleone); Guerrino Mazzocco (Pasta fresca – Arzignano) e Dario Tovo (Lavorazione legno – Brogliano).
Sono stati inoltre proclamati Pensionati Artigiani Benemeriti: Diva Benatello (Acconciatrice – Arzignano); Giuseppe Dal Prà (Fabbro carpentiere – Zugliano); Aldo Pasqualotto (Radiotecnico di Montecchio Maggiore).
Il Premio Fedeltà al lavoro è stato, invece, consegnato a: Augusta Cacciavillani (F.lli Bari Officina Elettromeccanica, Sarego); Lorella Mocellin (Laboratorio odontoprotesico di Smaniotto Paolo & C., Bassano del Grappa); Gianpietro Pasquale (Zaniolo Giuseppe & Figlio carpenteria metallica, Grumolo delle Abbadesse); Enrico Rossato (Falegnameria Manfro, Lonigo); Ottavio Vallarsa (Dige Srl Unipersonale, prodotti in materie plastiche, Arzignano).
Il premio Imprenditore d’Eccellenza, nato setti anni, e assegnato a chi si è fatto protagonista di un cammino che ha prodotto nuovi risultati tecnici e aziendali, inventare qualcosa che prima non c’era, sviluppando un’idea capace di affermarsi sul mercato proprio in virtù della sua originalità e della sua effettiva bontà. E quest’anno il premio è stato attribuito a: Carlo Galli (Officina Meccanica Tre G srl di Torrebelvicino) creatore di fucili sportivi.
Ma nella mattinata di Confartigianato Vicenza c’è stato anche un altro momento particolare, ovvero il conferimento del titolo di Maestro Artigiano “ad honorem”, che viene attribuito a persone o organizzazioni capaci di offrire un alto esempio di solidarietà sociale e “senza confini”, meritevoli perciò di essere segnalate all’opinione pubblica. Il riconoscimento è stato consegnato all’Unità Operativa Complessa di Pediatria Ospedale San Bortolo di Vicenza. A ritirarlo sono stati il direttore dell’Unità, dott. Massimo Bellettato, e Coralba Scaricco dell’Associazione Team for Children Vicenza Onlus.

Scarica il discorso del Presidente Agostino Bonomo