12 STUDENTI VICENTINI ECCELLENTI IN VISITA AL CERN DI GINEVRA GRAZIE A CONFARTIGIANATO

I dodici migliori studenti delle scuole superiori a indirizzo meccanico ed elettromeccanico della provincia di Vicenza dal 7 al 9 maggio saranno, grazie a Confartigianato, in visita al Cern di Ginevra, l’organizzazione europea per la ricerca nucleare con il più grande laboratorio al mondo di fisica delle particelle.  Un’iniziativa che nasce dalle categorie Metalmeccanica e Elettromeccanica dell’associazione con l’Ufficio Scuola Confartigianato come naturale proseguimento di un percorso, cominciato tredici anni fa con il Premio Dal Toso,  poi il concorso sulla Mobilità elettrica e trasformato quest’anno, per l’appunto, in una visita-studio.
“È un altro esempio di come Confartigianato Vicenza intenda avvicinare sempre di più il mondo del lavoro e quello della scuola  puntando sul riconoscimento delle eccellenze –  spiega il direttore generale Pietro De Lotto- fornendo ai giovani esperienze dirette e personali come strumenti per la valutazione della loro propensione a diventare imprenditori o collaboratori nelle piccole imprese”. In questo percorso si collocano progetti quali “L’Artigianato del tuo paese” (per le medie), “Dire, Fare e Pensare” (per gli istituti di ogni ordine e grado), stage formativi in azienda, momenti di orientamento scolastico per chi deve scegliere la scuola superiore. A tutto ciò si affiancano i recenti “Premio Trentin”, rivolto agli studenti degli istituti alberghieri, e “Fashion Game”, per gli istituti di moda e licei artistici.
“Obiettivo di tutte queste iniziative è far crescere i talenti del territorio e far capire ai ragazzi che nella piccola impresa si possono creare e trovare interessanti opportunità di crescita professionale. Ecco perché cerchiamo di offrire ai giovani occasioni di arricchimento in ambito territoriale ma anche nazionale e internazionale – prosegue De Lotto-. In questo quadro si colloca la visita di Ginevra, che ha visto le scuole impegnate a selezionare i miglior studenti in ambito meccanico, ragazzi che avranno ora l’opportunità di un’esperienza unica e  potranno trarre interessanti spunti da riportare anche nella loro quotidianità. Un modo per valorizzazione le capacità delle nuove generazioni attraverso anche lavori di gruppo e confronto con altri contesti già professionalizzati. Così com’è stato, per esempio nell’ambito dell’ICT, per Hackathon, la maratona informatica per la creazione di nuove “app”  che ha visto anche la partecipazione di decine di studenti degli istituti superiori”.
Quanto alla visita al Cern, partecipano quattro ragazzi di classe quinta e otto di classe quarta degli istituti Fermi e IPSIA Scotton di Bassano del Grappa, De Pretto di Schio, I.I.S. di Lonigo, Rossi e  Lampertico di Vicenza, IPSIA Garbin di Schio e di Thiene, IIS Da Vinci di Noventa, Luzzati di Valdagno, Ceccato di Montecchio Maggiore, IIS di Asiago. I giovani saranno accompagnati da alcuni insegnanti, oltre che dai presidenti di categoria e, attraverso i social network, terranno aggiornati compagni di scuola e amici raccontando in diretta attraverso la rete i momenti salienti della loro esperienza.