Spazio Hub di Thiene: primo bilancio dell’attività e calendario dei prossimi appuntamenti

Tempo di primi bilanci per Spazio Hub di Thiene, il progetto avviato a marzo di quest’anno dal Comune di Thiene con la collaborazione di Confartigianato Vicenza.

Collocato presso l‘Urban Center, Spazio Hub infatti non solo è in sintonia con gli obiettivi dell’Amministrazione in materia di politiche giovanili, ma anche con quelli del mondo del lavoro, rivolgendosi a quanti vogliono “fare impresa” grazie a momenti di orientamento, sostegno e accompagnamento.
In pratica, l’attività permette alle persone interessate di collocarsi con maggiore consapevolezza sia in percorsi di crescita e valorizzazione delle proprie competenze spendibili sul mercato di lavoro, sia in percorsi di definizione e sviluppo di progetti imprenditoriali. Chi si rivolge a Spazio Hub può, così, fissare un colloquio individuale per verificare se e come concretizzare un’idea, grazie anche alle opportunità esistenti; partecipare ai laboratori di orientamento per fare maggiore chiarezza sulla propria idea d’impresa, considerandone le motivazioni personali ma anche i rischi connessi; seguire i percorsi formativi di accompagnamento e sostegno all’avvio dell’attività. Non mancano, a fianco del percorso formativo, momenti individuali in modo da affrontare, valutare e trovare soluzioni per le questioni specifiche legate a un preciso progetto. Tra i metodi, inoltre, si valorizza il lavoro di gruppo e il “cooperative learning”, limitando la logica “verticale” esperto-utente. Infine, grazie alla stretta connessione con Mega Hub, sono disponibili per i partecipanti anche macchinari tradizionali e digitali.
Con queste premesse, da marzo a oggi sono stati attivati una sessantina di primi colloqui di accoglienza e orientamento, due cicli da tre incontri ciascuno di orientamento al “fare impresa” (con 24 partecipanti alla prima edizione e 21 alla seconda, il terzo ciclo in partenza a metà ottobre) e due percorsi di accompagnamento alla definizione del modello di business con una decina di incontri ciascuno (per 10 partecipanti al primo ciclo e 3 al secondo, il terzo è previsto tra novembre e dicembre).
E ora il programma continua. Per illustrare sul territorio Spazio Hub e le sue opportunità, sono previste tre serate dal titolo “Trasformare le idee, competenze e passioni in opportunità di lavoro e sviluppo”: gli appuntamenti si svolgeranno a Breganze (mercoledì 7 settembre, Biblioteca Civica, ore 20.30), a Villaverla (mercoledì 28 settembre, Biblioteca Civica, ore 20.30) e a Marano Vicentino (Biblioteca Comunale, giovedì 29 settembre, ore 20.30).
“Tra gli impegni che ci eravamo dati come Amministrazione Comunale in campagna elettorale – ricorda il sindaco, Giovanni Casarotto – c’era anche quello di dare delle nuove opportunità ai giovani che volevano cercare una loro personale strada nel mondo del lavoro. Con Spazio Hub abbiamo dato vita, assieme a Confartigianato Vicenza, a un percorso di orientamento, sostegno e accompagnamento a quanti, soprattutto giovani ma non solo, vogliano fare impresa, verificando la validità delle loro idee”.  
“Come avevamo già programmato all’avvio del progetto – aggiunge Alberto Samperi, assessore ai Progetti Integrati Sovracomunali -,  stiamo attuando la seconda fase con il coinvolgimento di altri Comuni del Mandamento, accordando a Spazio Hub una dimensione di massima estensione sul territorio. È da sottolineare che, comunque, già gli stessi partecipanti alle prime edizioni non si erano fermati ai confini della città, visto che le loro provenienze si erano spinte ben lontane da Thiene, a testimonianza del fatto che l’iniziativa è stata centrata e ha incontrato le aspettative di molte persone intezionate ad avviare un’attività di impresa. Con questa iniziativa, Thiene si conferma, ancora una volta, Città Impresa, dove l’attenzione a chi investe e a chi intraprende incontra il sostegno dell’Amministrazione Comunale”.
“Siamo molto soddisfatti – conferma il Presidente del Mandamento Confartigianato di Thiene, Andrea Piovan – dell’andamento di questi primi mesi: il progetto, rivolgendosi sia a chi ancora imprenditore non è e sia a chi lo è già ma vuole percorrere un nuovo modo di fare impresa, sta dando i suoi frutti, testimoniando che eravamo stati lungimiranti. I circa sessanta colloqui effettuati, i numeri registrati per i due laboratori e gli accompagnamenti dimostrano come l’iniziativa sia stata accolta bene. Il nostro obiettivo è infatti quello di fornire strumenti concreti a chi ha un’idea imprenditoriale, affiancandolo in tutte le fasi del suo percorso anche con servizi mirati e dedicati”.