RIPARTONO GLI INCENTIVI PER LA TRASFORMAZIONE DELLE AUTO A GPL E METANO

«Il costo della benzina si infiamma? In soli due mesi ci vogliono oltre 10 euro in più per un pieno di 50 litri di benzina? Gli automobilisti italiani hanno da oggi una opportunità in più oltre a quella di sperare in una rapida risoluzione della crisi nel Maghreb. Tornano gli incentivi per la trasformazione a GPL e metano degli autoveicoli».

Ad annunciarlo il presidente degli autoriparatori aderenti alla Confartigianato del Veneto Natalino Bernardi che precisa: «Consiglio vivamente i possessori di auto a benzina di affettarsi. Il fondo stanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico per tutto il 2011 è di circa 25 milioni di euro. Meno della metà di quanto messo a disposizione negli ultimi due anni (112 milioni nel biennio 2009-2010) pertanto prevedo che entro un paio di mesi al massimo saranno esauriti». 
La procedura di prenotazione on-line dei nuovi incentivi rimane la stessa. Le oltre 450 officine distribuite in Veneto attrezzate per l’installazione non dovranno nemmeno eseguire una nuova adesione, ma potranno accedere direttamente all’iniziativa inserendo account e password scelti nell’iniziativa MSE 2010.
Avranno diritto al contributo i veicoli con data di collaudo dell’impianto a gas uguale o successiva alla data di prenotazione; anche i documenti relativi alla fattura e all’autocertificazione dovranno essere stati emessi in data uguale o successiva alla prenotazione.
Anche gli importi degli incentivi sono rimasti invariati: 500 euro per gli impianti a GPL e 650 per gli impianti a Metano; possono essere trasformati i veicoli appartenenti a qualsiasi classe ambientale euro.
«Attenzione – conclude Bernardi – solo le officine che aderiscono al protocollo incentivi MSE 2011 sono adibite alla prenotazione degli incentivi sugli impianti a gas, circa 450 in tutta la nostra regione, e il bonus deve venire detratto subito al momento dell’installazione senza dover attendere tempi tecnici. Sarà poi compito delle imprese occuparsi di tutta la parte burocratica. Un bel vantaggio oltre alla garanzia di risparmio e minore inquinamento».


CONFARTIGIANATO IMPRESE VICENZA | Via Enrico Fermi,134 - 36100 Vicenza (Italia) | C.F. 80002410241 | REA VI-226266 | Tel. 0444.392300 | Fax 0444.961003 | Email: info@confartigianatovicenza.it | Pec: direzione.generale@artigiani.vi.legalmail.it | Privacy Policy | Cookie Policy | Informativa Privacy Infragruppo | Contenuti essenziali accordi di contitolarità | Copyright © FAIV