Premiate le aziende che producono e comprano green

A Venezia si è svolta la 6a edizione del Forum Compraverde Buygreen Veneto, abbinato al Premio CompraVerde rivolto a imprese e stazioni appaltanti. Vicentini in evidenza.

Il premio, ricordiamo, è promosso dalla Regione del Veneto, con la collaborazione delle espressioni venete di Unioncamere, Confindustria, Confartigianato e Cna, e ha come obiettivo quello di valorizzare le imprese, e stazioni appaltanti, che adottano iniziative in linea con gli obiettivi posti dal PNRR, in particolare con le missioni “Rivoluzione Verde e Transizione Ecologica” e “Coesione e Inclusione”, ovvero che si contraddistinguono per adottare in modo sistematico modelli produttivi e gestionali improntati a criteri di sostenibilità ambientale, economica e sociale, e che si sono particolarmente impegnate nello sviluppo di prodotti sostenibili.

Un riconoscimento che ha visto, sin dalla prima edizione, protagoniste anche le aziende di Vicenza.E quest’anno non ha fatto eccezione. Hanno infatti conquistato il riconoscimento le seguenti imprese socie della Confartigianato provinciale: Brevetti WAF di Creazzo; EsseEmme Plast di Asigliano Veneto; Gobbo Stefano di Montebello Vicentino; Tuto Chimica di Rossano Veneto. Merito della lungimiranza degli imprenditori, cui si affianca la consulenza, anche per la partecipazione al Premio, dell’Ufficio Ambiente e Certificazioni dell’associazione.

Gli scopi dell’iniziativa

Il Forum Compraverde Buygreen Veneto ha come obbiettivo quello di diffondere e promuovere il “Green Public Procurement” (GPP), e l’iniziativa ha ottenuto negli anni importanti riconoscimenti a livello nazionale, come il “Premio PA sostenibile e resiliente 2021” di Forum PA e ASVIS, ma anche internazionale. La strategia sul GPP della Regione del Veneto infatti è stata selezionata dalla Commissione Europea come una buona pratica da diffondere sul territorio dell’Unione nel 2021.
“Si tratta di un appuntamento che nasce con l’obbiettivo di diffondere e valorizzare le migliori esperienze di processo e di prodotto, in un’ottica di sviluppo sostenibile, di rispetto ambientale e di responsabilità sociale – ha detto Francesco Calzavara, assessore alla Programmazione, Bilancio e Patrimonio del Veneto durante l’incontro -. In questo periodo, in cui ci troviamo ad affrontare le nuove sfide poste dall’Accordo di Parigi sui cambiamenti climatici – accordo che si inquadra nella cornice più ampia definita dall’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile -, la politica, le strategie e la pianificazione nazionale dovranno proseguire l’importante percorso intrapreso verso la sostenibilità, coinvolgendo direttamente e indirettamente anche il sistema delle imprese”.
“Nonostante i due anni di pandemia, un conflitto in corso e l’attuale emergenza energetica, la sesta edizione del Forum regionale, assieme al Premio che assegniamo alle ‘best practice’ del mondo delle piccole imprese e delle imprese artigiane, contribuisce a costruire e implementare la Strategia Regionale per lo Sviluppo Sostenibile – ha proseguito l’assessore -. I riconoscimenti generano una sana competizione tra le nostre aziende, per far emergere il loro ruolo nel cambiamento in atto e la loro attenzione nei confronti delle tematiche ambientali. È doveroso premiare chi si è impegnato a realizzare gli obbiettivi che ci siamo dati, così come è necessario continuare a guardare a riforme e investimenti per accelerare la transizione verso un’economia più verde e circolare”.
“Gli obiettivi europei sono chiari e ambiziosi: ridurre le emissioni di gas a effetto serra di almeno il 55% entro il 2030 e raggiungere la decarbonizzazione entro il 2050. Siamo consapevoli che per raggiungere questi obbiettivi saranno necessari ulteriori sforzi, che però verranno ripagati con opportunità significative in termini di crescita economica, posti di lavoro, sviluppo tecnologico – ha aggiunto ancora l’assessore -. Nelle 17 schede-progetto del Veneto presentate nell’ambito del PNRR abbiamo, infatti, messo al centro della nostra strategia la transizione ecologica, perché ‘non è una scelta, ma una necessità’, come usa ripetere il presidente Draghi. Ma non possiamo scordare che l’innovazione digitale e l’inclusione rappresentano le altre due direttrici su cui continueremo a investire, con al centro ‘Venezia Capitale mondiale della sostenibilità’. Proseguendo su questa strada, vogliamo dimostrare che siamo un Veneto che rinnova la sensibilità verso la transizione ecologica e la sostenibilità, grazie percorsi e iniziative come questa del Forum Compraverde, che conferma la capacità di una Regione di essere efficiente e attenta ai bisogni dei propri cittadini”.

I temi del Forum

Quest’anno il Forum è stato dedicato al rapporto tra sistema alimentare e cambiamenti climatici. 
Al centro della tavola rotonda, i temi della filiera agroalimentare sostenibile, le tecnologie innovative del sistema alimentare, la valorizzazione dei sottoprodotti della filiera vitivinicola, gli schemi nutrizionali personalizzati per tutte le età, con un focus sugli esempi virtuosi delle imprese in Veneto, con le “case history” di Vivenda Spa, azienda attiva nel settore della ristorazione collettiva commerciale, e di Contarina Spa, azienda di gestione dei servizi ambientali. 

I vicentini premiati

  • Brevetti Waf (Creazzo)
    Per la realizzazione di una linea produttiva interna volta alla riduzione del consumo di materia prima proveniente da sintesi, riutilizzando all’interno del ciclo produttivo i propri scarti di lavorazione, abbattendo inoltre l’impatto logistico dei mezzi su gomma impegnati per l’approvigionamento della materia prima vergine e lo smaltimento degli scarti.
    www.brevettiwaf.it
  • Gobbo Stefano (Montebello Vicentino)
    Per l’impegno continuo nel garantire la qualità e la purezza del materiale proveniente dall’attività di recupero rifiuti, attraverso la selezione del materiale in entrata, ricostruendo l’esatta composizione dei polimeri, minimizzando il consumo a valle di materia prima vergine.
    gobbostefanosrl.it
  • Esse Emme Plast (Asigliano Veneto)
    Premiata nella sezione Coesione e inclusione per l’attenzione rivolta ai propri dipendenti e per la realizzazione dell’iniziativa “Sabato del Tappo” dove vengono aperte le porte dell’azienda alle associazioni del territorio che promuovono la raccolta di tappi in plastica per l’ottenimento di contributi finalizzati alla realizzazione di progetti socialmente utili a beneficio delle stesse associazioni.
    www.esseemmeplast.it
  • Tuto Chimica (Rossano Veneto)
    Premiata nella sezione Transizione ecologica per l’attenzione e la continua ricerca volta a diminuire l’impiego di imballaggi, impiegando contenitori composti da materiale di riciclo e proponendo soluzioni in grandi formati con relative ricariche o per la vendita del prodotto sfuso.
    www.tutochimica.it

Per maggiori informazioni su questa iniziativa e le modalità di partecipazione è possibile consultare o contattare l’Ufficio Ambiente e Certificazioni di Confartigianato Imprese Vicenza, tramite e-mail (p.carmignato@confartigianatovicenza.it) o telefonando allo 0444.168359.

    Nome e Cognome *

    Email *

    Cell *

    Oggetto della richiesta *

    Il tuo messaggio *

    Inviando questo form, acconsento al trattamento della privacy e mi impegno a leggere tutte le condizioni di questo sito, indicate nella pagina web privacy.

    Articolo aggiornato al 29 luglio 2022