Migliorare il rapporto banca e impresa: un servizio su misura

Tra gli aspetti più importanti per un’impresa c’è relazione con la propria banca, un tema da sempre delicato di cui sono evidenti tanto la rilevanza quanto la fragilità.

Ambiti in cui le aziende trovano a loro disposizione gli esperti dell’Area Gestione d’Impresa pronti ad affiancarli. Quello con la banca è un rapporto caratterizzato da molti fattori: forza contrattuale, dimensioni, affidabilità economica e patrimoniale dell’azienda, ma anche scarsa attenzione e poco tempo dedicato a controllare ciò che fa l’istituto di credito. La sfida, quindi, è instaurare un corretto dialogo tra impresa e banca, mondi apparentemente distanti ma necessariamente vicini. Da qui l’azione di Confartigianato per un concreto supporto alle proprie imprese tramite un servizio dedicato che tenga conto delle diverse variabili.

Per capire meglio tale dinamica è stato condotto un test su alcune banche: ne è emerso un quadro variegato e interessante, nel quale si è visto come, per fare qualche esempio, la medesima banca applichi condizioni molto diverse a clienti simili (almeno apparentemente), oppure come banche diverse trattino in modo differente lo stesso cliente. Alla luce di ciò, Confartigianato ha avviato per i soci un servizio di assistenza nel rapporto banca impresa, per accrescere la loro cultura finanziaria e ottenere un auspicabile risparmio di costi, oltre che fornire utili consigli sulle diverse forme tecniche di finanziamento, garanzie e investimenti. Il nuovo servizio dell’Area Gestione di Impresa, in sintesi, prevede: analisi dei rapporti di conto corrente, monitoraggio trimestrale delle condizioni applicate, valutazioni su finanziamenti/leasing e forme di affidamento più idonee per l’operatività dell’impresa. Una newsletter, poi, fornisce indicazioni di comportamento e di attenzione su alcuni argomenti dei rapporti con gli istituti di credito. Il servizio è utile a imprese di qualsiasi dimensione o struttura. Tutti hanno relazioni con gli Istituti Finanziari, ma non tutti hanno competenze o tempo necessari per affrontare un dialogo consapevole con la banca: è utile quindi l’aiuto di un intermediario di fiducia, che sappia utilizzare lo stesso linguaggio di chi sta dall’altra parte dello sportello. Informazioni nelle sedi della Confartigianato provinciale.

Articolo aggiornato al 27 maggio 2022

Vuoi conoscere il servizio? Scrivi a equipe@confartigianatovicenza.it o compila il form

    Nome e Cognome *

    Email *

    Cell *

    Oggetto della richiesta *

    Il tuo messaggio *

    Inviando questo form, acconsento al trattamento della privacy e mi impegno a leggere tutte le condizioni di questo sito, indicate nella pagina web privacy.