La giunta mandamentale Confartigianato di Lonigo a confronto con i sindaci della zona

I dirigenti del Mandamento di Confartigianato Vicenza e sindaci dell’area hanno rinnovato il tradizionale incontro, prima delle festività, per l’analisi e la verifica dell’attività svolta nel territorio nel corso del 2016.

Un appuntamento all’insegna del confronto e dell’operatività, ma anche della collaborazione e della programmazione condivisa e al quale hanno voluto essere presenti anche il presidente Agostino Bonomo e i componenti di Giunta Gianluca Cavion e Nerio Dalla Vecchia. Tema centrale dell’incontro: la valorizzazione del territorio.
Il presidente mandamentale Luigino Bari, dopo il benvenuto ai sindaci e amministratori dei Comuni del Mandamento (Lonigo, Alonte, Orgiano, San Germano dei Berici, Grancona, Sarego, Gambellara, Montebello Vicentino) è entrato nel vivo della serata partendo dal tema della viabilità dell’area.
“A seguito di recenti opere realizzate, e in corso, sono state rilevate alcune criticità logistiche relative al transito attuale e futuro attraverso i nostri comuni – ha spiegato Bari-. la ns. associazione con il sostegno dei sindaci ha presentato al presidente della Regione Veneto Luca Zaia, al presidente della Provincia di Vicenza Achille Variati, al presidente della società autostrada Bs-Pd Flavio Tosla, una richiesta di costituzione di un tavolo di lavoro per l’esame della problematica. Tale proposta è stata sottoscritta e inviata lo scorso anno non si è avuto ancora alcuna risposta”.
Entrando nel merito dell’occupazione , Bari ha sottolineato come emerge sempre di più la necessità da parte delle aziende del territorio (quasi 1200), di trovare figure professionali adeguatamente preparate. È importante quindi una profonda riflessione sulla questione, prevedendo anche il coinvolgimento degli istituti tecnici e professionali territoriali, preposti alla preparazione e specializzazione degli studenti al mondo del lavoro. Da segnalare, tra le novità in tema, la nuova legge sull’alternanza scuola-lavoro: uno strumento che permette all’impresa di rivestire ruolo centrale riconoscendola quale luogo privilegiato di apprendimento complementare all’aula o al laboratorio”.
Bari ha quindi ricordato come Confartigianato Vicenza si sia già attivata in questo senso organizzando numerosi incontri tra le scuole e circa 120 aziende, coinvolgendo imprenditori di tutte le categorie di tutta la provincia.
“Con l’alternanza scuola-lavoro, viene introdotto in maniera universale un metodo didattico e di apprendimento sintonizzato con le esigenze del mondo esterno che chiama in causa anche le figure professionali delle imprese , nel loro ruolo di tutor interni (docenti) e tutor esterni (referenti della realtà ospitante)”, ha aggiunto Bari.
É quindi seguito l’intervento del Prof. Federico Della Puppa, docente ed economista territoriale, sulla tematica della riqualificazione e valorizzazione del territorio. L’esperto ha spiegato il valore del territorio con un report di indagine sul consumo del suolo, illustrando anche i nuovi scenari di rigenerazione urbana e di miglioramento della qualità insediativa in Veneto, in particolar modo nei nove comuni del Mandamento.
“L’obiettivo – ha precisato Bari- è rivedere i processi di sviluppo secondo una logica di limitazione del consumo di suolo, riqualificazione del patrimonio già edificato e intervento sull’esistente al fine di migliorare la qualità e il valore del territorio, sia come valore immobiliare (privato) da un lato, sia come valore territoriale complessivo (pubblico) da un altro”.
La parola poi è passata poi ai sindaci, che hanno espresso interesse  per le diverse tematiche oggetto dell’incontro e riconoscendo l’importanza di appuntamenti come quelli proposti dal Mandamento per monitorare la situazione generale e concordare eventuali azioni comuni.