• Home
  • VICENZA
  • “INNOVARTI 2011” A SCHIO DALL’11 AL 13 NOVEMBRE PER APRIRE NUOVI ORIZZONTI ALLE PICCOLE IMPRESE

“INNOVARTI 2011” A SCHIO DALL’11 AL 13 NOVEMBRE PER APRIRE NUOVI ORIZZONTI ALLE PICCOLE IMPRESE

Innovazione non è un termine che riguarda il futuro, perché è oggi che si decide il destino di ogni attività, a cominciare da quelle economiche.
Con “InnovArti 2011” e “Futuro Elettrizzante”, le manifestazioni in programma dall’11 al 13 novembre a Schio, negli spazi dell’ex Lanificio Conte e in Piazza Falcone e Borsellino, Confartigianato Vicenza intende offrire un’opportunità di conoscenza a tutte le imprese della provincia.

Contemporaneamente, lanciare un messaggio: per innovare bisogna mettersi in gioco, incrociare conoscenze e competenze, investire nelle relazioni e credere nella forza creativa della “contaminazione” tra mondi diversi. “InnovArti 2011” sarà dunque un luogo dedicato a idee, prodotti, servizi e processi che esprimono al meglio la creatività e l’innovazione all’interno del nostro sistema produttivo, un contenitore in grado di raccontare esperienze concrete e casi di successo, mettendo al centro il percorso che ha portato all’innovazione. Inoltre, si offrirà al visitatore la libertà di conoscere e di confrontarsi su esperienze reali, partecipando attivamente: convegni e workshop saranno occasioni di confronto e contatto tra mondo della ricerca, delle professioni e impresa: un invito ad aprirsi al nuovo con curiosità.
Assieme a Confartigianato, patrocinano e sostengono l’iniziativa il Comune di Schio e la Camera di Commercio di Vicenza.
“InnovArti 2001” aprirà i battenti venerdì 11 novembre alle ore 11 e gli spazi del Lanificio Conte rimarranno aperti sino alle ore 20. Sabato 12 e domenica 13, orario continuato dalle 10 alle 20.

 

«Innovarti 2011» a Schio dall’11 al 13 novembre per aprire nuovi orizzonti alle piccole imprese

 

Ecco, in dettaglio, alcuni tra i momenti più significativi previsti dalla kermesse.

Progetto Mobilità Elettrica: la “staffetta” tra i sindaci e un weekend di test-drive per il pubblico
In un contesto dedicato all’innovazione, non poteva mancare il progetto sulla Mobilità Elettrica promosso dalla Confartigianato vicentina per promuoverne la diffusione e l’incentivazione territoriale in virtù delle sue positive ricadute, sia economiche che ambientali, come soluzione al congestionamento e all’inquinamento da traffico nei centri urbani. Oltre all’Amministrazione provinciale e all’Arpav, sono oltre una settantina i Comuni del territorio che hanno aderito all’iniziativa, e saranno proprio molti dei loro sindaci che nella mattinata di venerdì 11, al volante di nove veicoli elettrici e percorrendo tre tracciati, effettueranno una sorta di “staffetta” con partenze da Vicenza, Lonigo e Bassano, fino a giungere a Schio per firmare poi assieme, all’ex Lanificio Conte, il protocollo sulla mobilità sostenibile. La cerimonia si svolgerà alle 11,30 e servirà a ricordare i contenuti del memorandum d’intesa per favorire la mobilità elettrica, come la creazione di una rete di ricarica per i veicoli, o le agevolazioni per accessi e soste in zone ZTL delle vetture a batteria.
Sabato 12 (dalle ore 10 alle 17) e domenica 13 (dalle 10 alle 13) sarà invece Piazza Falcone e Borsellino l’area in cui tutti i cittadini avranno la possibilità di effettuare un test drive, ovvero provare direttamente un mezzo elettrico e di apprezzarne le doti di guida, la silenziosità e l’impatto “zero” dal punto di vista ambientale. All’insegna dello slogan “Futuro Elettrizzante” saranno infatti a disposizione auto (Peugeot iOn, Mitsubishi iMiev, Citroen C-Zero, Toyota Prius Plug In, Microvett e500), veicoli commerciali (Piaggio Porter Eletric), biciclette (Velocity), moto (Estrima Birò) e un adeguato stand informativo con tecnici ed esperti delle case produttrici, oltre che ricco di gadget.

Design For All, Tutela di marchi e brevetti, Architettura Evolutiva e “Modello Toyota”: quattro workshop promossi dai Giovani Imprenditori
Nel pomeriggio di venerdì 11, a partire dalle 17, nell’area dedicata del Lanificio Conte avranno luogo gli incontri promossi dal Gruppo Giovani di Confartigianato Vicenza – e aperti a tutti – all’insegna del tema “Contaminazione e cambiamento”, due parole che indicano la necessità per l’imprenditore di aprirsi a varie discipline, in questo caso confrontandosi con professionisti del mondo del design, dell’ingegneria, dell’architettura, della giurisprudenza. Se innovare significa anche cambiare punto di vista e trovare soluzioni creative a problemi comuni, in questo caso si lavorerà su temi concreti “per tornare a casa con un’idea in più da realizzare in azienda”.
Sono quattro le scelte a disposizione dei partecipanti.
Il primo workshop riguarderà il Design for All, ovvero la progettazione di nuovi prodotti che siano attenti ad aspirazioni e bisogni di “tutto” il pubblico, anche di chi presenta limiti fisici. Un mercato con illimitate possibilità di espansione, in cui ogni realizzazione richiede un’attenzione particolare al fruitore finale e un dialogo aperto tra progettista e impresa, con un obiettivo chiaro: aumentare gli utilizzatori finali del prodotto e, di conseguenza, la produzione dell’azienda. Parteciperanno l’arch. Luigi Bandini Buti, presidente Design For All Italia, e l’esperta Daniela Gilardelli. Un’occasione particolarmente utile sia per le imprese della manifattura (legno, meccanica, vetro, plastica, tessile e abbigliamento) che del comparto casa.
Il secondo workshop sarà invece dedicato al tema “Difendere l’innovazione”, ovvero come tutelare un marchio, un brevetto, un design, lo stesso know-how aziendale da chi li può “rubare”. Un dibattito, dunque, sulla salvaguardia della proprietà intellettuale e sulle nuove regole introdotte in sede civile e penale per contrastare i fenomeni della contraffazione e della pirateria. Se ne parlerà assieme all’avv. Giulio Manfredini, presidente dei Giovani Avvocati di Vicenza.
Per le imprese del Sistema Casa spunti interessanti scaturiranno dal terzo workshop, intitolato “Architettura Involutiva contro Architettura Evolutiva” e basato su un semplice concetto: costruire bene conviene a tutti, specie in un momento storico in cui la parola d’ordine è “qualità” in tutte le fasi del processo edilizio, dalla progettazione alla composizione, dalla ricerca all’esecuzione finale.
A ragionare sulle azioni concrete che fanno di un progetto un “buon” progetto, capace cioè di dare valore al territorio, alle imprese e alle persone, interverrà l’arch. Giovanni Barban, presidente dei Giovani Architetti di Vicenza (VAGA).
Il quarto workshop infine, imperniato su “Il modello Toyota per le piccole e medie aziende”, ribadirà l’opportunità di innovare il modello organizzativo della produzione riducendo i costi e abbattendo gli sprechi. I princìpi della “Lean Production” sono di grande attualità, soprattutto in un momento di crisi come questo in cui il recupero di efficienza è necessario per la sopravvivenza e il rilancio di molte aziende. Come applicare i criteri della Produzione Snella anche nelle Pmi per rilanciarne la competitività? Relatore sarà Gianni Dal Pozzo, presidente onorario di Aligest (Ass. Laureati in Ingegneria Gestionale a Vicenza).

Incontro tra domanda e offerta nella “Borsa dell’Innovazione”
Sabato 12 novembre, dalle 10 alle 13, sempre il Lanificio Conte ospiterà la “Borsa dell’Innovazione”, nell’ambito della quale gli imprenditori che siano a caccia di soluzioni innovative potranno confrontarsi direttamente con i principali centri della nostra provincia e della regione attivi nel campo della ricerca e del trasferimento tecnologico, mentre questi potranno spiegare cosa possono concretamente offrire alle imprese.
Nella mattinata è prevista una tavola rotonda iniziale con tutti i partecipanti, per illustrare scopi e modalità dell’iniziativa pensata per fare incontrare la domanda e l’offerta di innovazione, cui farà poi seguito l’attivazione dei colloqui “dedicati”, a seconda dell’interesse, in appositi stand allestiti da Centro Produttività Veneto (CPV) di Vicenza, Demotech (Technology, Materials & Design) di Schio, Fondazione La Fornace dell’Innovazione di Asolo e Start Cube (Incubatore Universitario d’Impresa) di Padova. Un dialogo, che ci si augura fruttuoso, nel quale le aziende potranno scoprire le opportunità di “fare nuovo” in termini di prodotti e processi assieme ad agenzie e istituti di ricerca operanti sul territorio, dunque facilmente accessibili e, soprattutto, ben a conoscenza delle caratteristiche, delle esigenze e delle potenzialità delle nostre Pmi.

Le aziende in esposizione
All’interno di Innovarti esporranno le seguenti aziende: Siltea (ricerca, sviluppo e studio nell’ambito delle scienze e delle tecnologiche applicate ai beni culturali); In.I.Ve.Sas (progettazione e realizzazione cabine insonorizzate e sale prove); Dal Soggio (produzione di accessori per moto da competizione); Velocity (produzione veicoli elettrici); Kblue srl (domotica in linea con la semplicità); Yasmin Nakvi srl (studio e progettazione di materiali ecocompatibili per pareti, soffitti e sottotetti, idrocolture); Hexel (progettazione di schede per il settore fotovoltaico); Work Solution for Business (laboratorio di ricerca nel campo della meccatronica e informatica robotica); SiEnergia (studio energie alternative); Ri.Cert (laboratorio prove su materiali da costruzione). È previsto anche uno stand dedicato al design For All e al progetto Libero Accesso in cui troveranno spazio: TreZeta (azienda produttrice etichette a lettura facilitata, premio Design For All 2010); Renato Toffon (graphic designer); Massimo Treu (della Incisoria Vicentina).

 

Antonio Girardi, Nerio Dalla Vecchia, Agostino Bonomo e Pietro De Lotto

Antonio Girardi, Nerio Dalla Vecchia, Agostino Bonomo e Pietro De Lotto