“#FATTOINITALIA”, una campagna per la moda

L’iniziativa digitale è promossa dallo stilista Carlo Pignatelli e patrocinata da Confartigianato

Una interessante novità nel campo della Moda è la campagna “#FATTOINITALIA” promossa da Carlo Pignatelli con il patrocinio di Confartigianato. Una iniziativa a tutela dell’alto artigianato che ha anche due “ambassador” veneti. i fratelli Colombo e Catia Pizzocaro.

È un mondo di eccellenze, bellezza, “saper fare”, un universo ricchissimo di saperi, di competenze e di grandi capacità creative quello dell’artigianalità italiana, che rappresenta l’anima più autentica del nostro Paese e il suo più importante patrimonio. Una ricchezza che unisce passato e presente, e che si proietta nel futuro per diventare la vera base da cui ripartire e dalla quale non si può più prescindere. Un obiettivo che è da sempre nelle corde dello stilista e imprenditore Carlo Pignatelli, che della tutela del capitale storico e culturale dell’alta artigianalità italiana ha fatto non solo una “mission”, ma anche la caratteristica chiave del patrimonio della sua marca, tradizionalmente nato dalla più autorevole sartorialità italiana. Proprio nel solco di questo percorso virtuoso ha preso il via di recente la campagna di sensibilizzazione #FATTOINITALIA, promossa da Carlo Pignatelli con il patrocinio di Confartigianato, che ha l’obiettivo di diffondere un messaggio di valorizzazione delle abilità e delle potenzialità dell’artigianato italiano, che dev’essere difeso e valorizzato.

Sì, difeso e valorizzato in quanto patrimonio comune e base fondante del tessuto economico del Paese. “Le nostre radici affondano nell’artigianato italiano, quello stesso comparto che, a causa dell’emergenza sanitaria, ha subito un duro colpo: noi tutti abbiamo la responsabilità di sostenerlo e di aiutarne la ripartenza – ha dichiarato Carlo Pignatelli presentando l’iniziativa -. La collaborazione con Confartigianato aggiunge un’ulteriore valenza al progetto in quanto, proprio in virtù del suo ruolo di rappresentanza dell’intera categoria, amplifica il valore e l’autorevolezza del messaggio per contribuire a diffonderlo in maniera ancora più capillare”. 

E dal canto suo Fabio Pietrella, presidente di Confartigianato Moda, ha sottolineato: “Confartigianato è orgogliosa di rappresentare, anche in questa iniziativa condivisa con Carlo Pignatelli, le imprese a valore artigiano della moda italiana: 79mila aziende che danno lavoro a oltre 700mila mani sapienti. Un patrimonio di creatività, talento, eccellenza manifatturiera che unisce competenze tradizionali e spinta innovativa e rende le produzioni Made in Italy uniche e inimitabili nel mondo. Tutto questo è l’arte di saper fare, e il saper fare con arte è il simbolo di #FATTOINITALIA”. 

Il progetto – che avrà un’anima squisitamente digitale – farà perno sul contributo di una serie di “ambassador” selezionati tra i personaggi più rappresentativi, che si impegneranno a condividere l’importanza della qualità del “fatto a mano” attraverso un messaggio declinato sui loro profili Instagram arricchito dagli hashtag #FattoinItalia e #ILoveItalia. Per il Veneto ci sono i fratelli Colombo e Catia Pizzocaro. A loro sarà anche chiesto di coinvolgere il maggior numero possibile di follower, che saranno invitati a creare altrettanti post caratterizzati dallo stesso spirito per dare vita a un’unica, grande celebrazione dell’artigianalità del Fatto in Italia.