Dal Comune di Malo incentivi fiscali alle imprese che assumono cittadini disoccupati

Il sindaco Paola Lain e il presidente Andrea Nardello

In occasione della scorsa tornata elettorale comunale, Confartigianato Vicenza aveva stilato un documento, destinato ai nuovi amministratori civici, contenente un’articolata serie di proposte per la tutela e lo sviluppo delle piccole imprese, anche nella consapevolezza del ruolo sociale che esse svolgono.

Auspicando, tra le altre cose, che i Comuni prevedessero sgravi fiscali o incentivi per le assunzioni di disoccupati del territorio.
Un segnale importante in tal senso giunge da Malo dove, come sottolinea con soddisfazione il presidente mandamentale di Confartigianato, Andrea Nardello, la giunta civica, dando attuazione al programma del Sindaco Paola Lain, “ha deliberato un’importante iniziativa a favore di tutte le aziende del territorio vicentino e non solo che assumeranno un cittadino disoccupato residente qui. Difatti, chi occuperà una persona di Malo iscritta nelle liste del Centro per l’Impiego riceverà un contributo pari all’addizione Irpef che spetta al Comune”.
L’importo sarà calcolato al 31 dicembre sul reddito Irpef corrisposto dal datore di lavoro e spetterà per l’anno di assunzione e per i due successivi. Per ottenere il contributo l’impresa dovrà: mantenere in essere il contratto di lavoro oggetto dell’incentivo per almeno sei mesi consecutivi; aver stipulato il contratto dopo l’1 dicembre 2015; presentare una domanda con documentazione entro il 15 marzo dell’anno successivo. Il contributo non sarà erogato nei casi in cui il lavoratore sia assunto da un’impresa collegata a livello societario, oppure sia riassunto dal datore di lavoro che un anno prima l’aveva licenziato.
Per ogni informazione, le aziende interessate possono contattare il Comune o la segreteria del Mandamento Confartigianato di Malo (tel. 0445 068854, email: a.vallarsa@confartigianatovicenza.it).